social

http://peccati-di-penna.blogspot.it/      http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html      http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni       http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html     http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour      https://4.bp.blogspot.com/-kpV7lPzLDPg/Wa6R8QW920I/AAAAAAAAOhs/-wTTOHjB1PU_Kj8p9t58BoFsNwavUmGSQCKgBGAs/s200/info.png

Post recenti

11 aprile 2024

RECENSIONE - I vampiri di Marchwood. Hunted di Shalini Boland #3 | Newton Compton Editori

I vampiri di Marchwood Hunted è il capitolo conclusivo della serie, mi è piaciuto il finale? Sì, ci sta.
Ma il romanzo mi ha convinto? Non proprio, e cercherò di spiegare il perché senza fare spoiler.
 
Come per i romanzi precedenti, abbiamo due linee narrative, quella al presente dei protagonisti e quella al passato di una creatura che, ovviamente, comparirà nella linea del presente. (Come successo in Taken ma peggio.) Se nel precedente libro la trama nella parte storica era un punto di forza: con una bella protagonista e fatti interessanti, questa volta l’ho trovata molto noiosa e tocca davvero alla lontana la creatura che interessa alla storia e purtroppo anche nel presente è introdotta e caratterizzata abbastanza male; siccome diventa fondamentale, secondo me, doveva essere approfondita e gestita meglio, perché molte azioni risultano ingiustificate, inutili e puerili in contrasto con quello che rappresenta. 

5 aprile 2024

RECENSIONE - Iron Flame di Rebecca Yarros (Fourthh Wing #2) | Sperling & Kupfer

Iron Flame inizia, a mio parere, male… lento e monocorde.
La prima parte è un continuo errore di comunicazione o mancata comunicazione tra Xaden e Violet. Violet che poi fa tanto la preziosa ma è sempre, passatemi il termine, "infuocata", mentre lui sta sotto come un tappeto giace sotto i piedi...
Per me mezzo libro si può bruciare, passatelo a Tairn. Tairn tu sei l’unico serio, anche se quando servi arrivi sempre in ritardo, questo te lo devo dire!
Ho avvertito una certa monotonia: ciclicamente si ripetono azioni, situazioni (come dicevo Tairn sempre in ritardo) e pensieri.

25 marzo 2024

RECENSIONE - Awen di Arianna Rosa | Acheron Books

Awen è una distopia ambientata in Italia, precisamente a Roma, nel futuro, dove esiste una macchina che esaudisce i desideri: un servizio costoso, gestito da una famiglia ovviamente molto potente. Questa macchina ha cambiato l’economia creando dispartità, malcontento, disservizi e proteste. 
 
La protagonista, Antea, è malata e rischia di morire, per questo decide di prender parte al furto della macchina realizza desideri, non da sola, ma con due complici: Noah e Tommaso. I tre lavorano nel grattacielo della Awen, un microcosmo di opportunità e corruzione.

13 marzo 2024

RECENSIONE - Belladonna di Adalyn Grace | Rizzoli

Come descrivervi Belladonna?
Prendete una sorta di Enola Holmes, fondetela con le caratteristiche di Ghost Whisperer e inserite tutto in un’ambientazione alla Bridgerton ma più cupa.

Signa è la protagonista e dalla culla convive con la morte, ogni suo tutore fa una brutta fine. Quando arriva dagli Hawthornes la morte sembra essere già passata prendendosi la signora della tenuta, lasciando il marito inconsolabile, il figlio dedito a mantenere alto il nome di famiglia, e la figlia affetta dalla stessa malattia della madre. Sembra semplicemente una famiglia sfortunata, finché a Signa non compare lo spirito inquieto della donna deceduta non per malattia ma bensì per avvelenamento e sta accadendo lo stesso alla figlia. Signa, perciò, inizia a investigare e a tentare di salvare la cugina.

5 marzo 2024

RECENSIONE - La guerra delle dieci regine di Nisha Tuli (Urano Saga #1) | Newton Compton Editori

The Bachelor (per chi non lo sapesse è tipo Uomini & Donne) incontra Fourth Wing, o per restare in tema libri: Promesse Vane incontra Fourth Wing, in ogni caso, ne La guerra delle dieci regine il punto è che, durante un “corteggiamento” fatto di prove, le ragazze muoiono per diventare consorti di un re che non le rispetta. La cosa assurda, per giunta, è che le giovani pronte a morire non sono pezzenti ma vengono comunque da un contesto agiato; quindi, perché rischiare la vita quando puoi vivere benissimo nella tua classe sociale... potere? Bah. Considerato che la società è chiaramente patriarcale, quanto potere potrebbe avere una regina accanto a un re desideroso di potere tanto da bramare una regina sopravvissuta alle peggiori angherie?
tag foto 1 tag foto 2 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 6 tag foto 4 tag foto 7