social

http://peccati-di-penna.blogspot.it/      http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html      http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni       http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html     http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour      https://4.bp.blogspot.com/-kpV7lPzLDPg/Wa6R8QW920I/AAAAAAAAOhs/-wTTOHjB1PU_Kj8p9t58BoFsNwavUmGSQCKgBGAs/s200/info.png

Post recenti

tag foto 1 tag foto 2 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 6 tag foto 4 tag foto 7

29 settembre 2022

REVIEW PARTY - Malice di Heather Walter | Mondadori

 La favola de La bella addormentata nel bosco mi è sempre paiciuta, ma qui non c'è nulla di quello che conosciamo della storia, un bene o un male?


22 settembre 2022

RECENSIONE - Prima regola: non innamorarsi di Felicia Kingsley | Newton Compton Editori

Romance, chick-lit e mystery nello stesso romanzo, ma come ho percepito Prima regola: non innamorarsi di Felicia Kingsley

Trama
Due ladri truffatori, Nick e Silvye, non si sopportano ma si trovano a collaborare ed essendo un romance sapete già come si evolverà il loro rapporto. La parte mystery porta a galla molte nozioni artistiche e storiche, a volte troppe, come se durante lo svolgimento degli eventi partisse una parentesi con Alberto Angela. Ho apprezzato le ricerche, la ricostruzione, l’idea, ma un effetto meno Wikipedia avrebbe reso tutto più spontaneo e realistico.

15 settembre 2022

REVIEW PARTY - Bones and All di Camille DeAngelis | Mondadori

L’horror mi piace e non disdegno lo splatter, quindi questo romanzo sembrava giusto per me, parliamo dunque di Bones and All di Camille DeAngelis.


Trama
Si parla fondamentalmente di cannibalismo, la protagonista in preda alla fame, scatenata non si sa bene da cosa visto che il più delle volte tende a cibarsi di chi si affeziona a lei, viene abbandonata dalla madre e quindi pensa bene di andare in cerca di suo padre per capire se la sua fame sia genetica, confrontarsi con qualcuno e non sentirsi sola. Neanche avesse messo un’insegna sulla fronte, inizia a incontrare più cannibali che vegetariani, finché non ne trova uno buono, non da mangiare, buono d’animo… e forse anche da mangiare. Perché no? Visto il titolo. Attenzione: violenza, sangue, cannibalismo, non è una lettura per stomaci delicati. Che umorismo becero, me ne rendo conto…

13 settembre 2022

INTERVISTA - Fabrizio Valenza e L’isola dei morti


Di origini siciliane e con il pallino di raccontare il mondo secondo il suo punto di vista, dopo nove anni di lavoro in banca, ha deciso di cambiare vita per darsi una svolta verso il meglio. Ha deciso nel 2004 di insegnare nelle Scuole dell’Infanzia e di scrivere la filosofia che elabora. Avendo a che fare giornalmente con i bambini dai 3 ai 6 anni, lascia spazio a quello che Jung chiamava il Puer Aeternus: si diverte il puer e diverte anche Valenza. A partire dal 2007 ha iniziato a pubblicare romanzi, prima con il self-publishing e un buon successo (Storia di Geshwa Olers), poi con molti editori, per lo più medio-piccoli, e risultati altalenanti. Ora, dopo 15 romanzi e 15 anni, ha deciso di ritornare all’autopubblicazione, per offrire al lettore un’esperienza più personalizzata.

8 settembre 2022

RECENSIONE - Matrimonio di convenienza di Felicia Kingsley | Newton Compton Editori

Leggo pochi romance, pochi chick-lit, ma sentivo il bisogno di staccare dal fantasy e di dedicarmi a qualcosa di… si può dire confortevole? Qualcosa che sicuro si sarebbe concluso e si sarebbe concluso in modo positivo e perciò ho iniziato una serie di commedie rosa, una di queste è stata: Matrimonio di convenienza.


Trama
Matrimonio di convenienza di Felicia Kingsley è un enemies to lovers con matrimonio combinato. Storia dal forte effetto déjà-vu, che richiama la sitcom Dharma & Greg ma con una situazione resa più “alta” per l’inserimento delle vicende nella nobiltà inglese. La questione che dà il via alle peripezie di Jemma e Ashford è di natura economica e i due mal si sopportano. Sempre presenti i disagi provocati dallo scontro di due ceti sociali diversi che portano anche a scene comiche... o tragicomiche. Una lettura leggera e d’intrattenimento, che però non mi ha sorpreso neanche per un istante: eventi e personaggi sono prevedibili.