social

http://peccati-di-penna.blogspot.it/      http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html      http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni       http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html     http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour      https://4.bp.blogspot.com/-kpV7lPzLDPg/Wa6R8QW920I/AAAAAAAAOhs/-wTTOHjB1PU_Kj8p9t58BoFsNwavUmGSQCKgBGAs/s200/info.png

Post recenti

tag foto 1 tag foto 2 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 6 tag foto 4 tag foto 7

10 dicembre 2021

INTERVISTA - Yari Loiacono e Dentro di me


Mi chiamo Yari Loiacono, ho 18 anni e vivo a Livorno, in Toscana. Attualmente frequento un liceo artistico e sono al quinto anno: come avete potuto ben intuire dai miei studi amo disegnare e dipingere, ma ancor di più scrivere; per me è sempre stato il metodo più facile per elaborare e amplificare i miei pensieri. L’ho fatto sin da piccolo ed è una cosa che è continuata indisturbata nel corso della mia vita. “Un giorno senza scrittura è un giorno perso” questo direi che è il mio motto di vita, ora più che mai.



 
Benvenuto su Peccati di Penna Yari Loiacono! Quando hai scoperto la passione per la scrittura?
Non vi è stato un momento preciso nel quale ho avuto questa rivelazione, il tutto è iniziato in modo spontaneo, del tutto naturale. Ho cominciato a scrivere nel periodo delle elementari, tanto che qualche breve stralcio lo conservo ancora, ma indubbiamente il mio periodo più produttivo e redditizio è quello che sto vivendo al momento: proprio adesso riesco a capire il valore che la mia scrittura ha e il fatto che sono nato per questo, per gettare su carta un mondo che non potrebbe uscir fuori in nessun altro modo possibile.


Come è stato il tuo percorso verso la pubblicazione?
Se devo descriverlo con una parola, la prima, e sicuramente la più adeguata, che mi viene in mente è tortuoso. Un continuo sali e scendi che mi ha portato ad essere quello che sono oggi; incominciai questo cammino verso la pubblicazione della mia prima opera a inizio estate, la ricerca di un’adatta casa editrice alle mie esigenze non è stata facile e, inevitabilmente, ho ricevuto una marea di “no”, che però ringrazio e custodisco nel mio cuore come pure lezioni di vita. Sicuramente ho imparato molto di più da questi rifiuti che dalle approvazioni, per quanto lusinghiere ed edulcorate fossero. Alla fine la luce in fondo al tunnel c’è stata e di questo non posso che esserne estasiato, ho trovato la mia strada e la direzione in cui dirigermi, oltre che una nuova famiglia a cui affidarmi, la Publishing Flower, che ha reso possibile questo sogno.


Come è nata l’idea di “Dentro di me”? Quanto c’è di te in questo testo?
Non vi è stata un’idea in particolare, i pensieri e le primissime pagine sono colate sulla carta in modo spontaneo, successivamente ho capito il potenziale del testo ed ho deciso di indirizzarlo a livello di narrativa verso il genere Fantasy Horror (di sottogenere Storico). Questo è quel che accade quando scrivo, mi sfogo e gettò fuori dalla mia mente delle idee, in modo che io possa elaborarle e in qualche modo darmi una risposta: ciò che ritengo degno lo raffino e rielaboro, in modo da renderlo appetibile ad un pubblico di lettori. Per questo in tutto ciò che scrivo vi è una grandissima parte del mio essere, perché è ciò che scorreva nelle mie vene e che ho sentito la necessità di incidere perennemente sulla carta: non esiste un punto preciso dove io finisco e l’opera inizia, siamo un tutt’uno.
 Dentro di me: (Publishing Flower) di [Yari Loiacono]
A causa di un irruente incendio, una famiglia è costretta ad abbandonare il proprio villaggio per dirigersi verso una nuova casa.
Tra i genitori Kristus e Emeline e i figli Draimon, Eda, Yosiel, Melia, Amelie e Thomas, nasce una discussione che porta Amelie a distaccarsi.
La giovane, sin dalla prima sera, nota delle stranezze. A peggiorare la situazione, già ardua di per sé, vi è pure il clandestino rapporto incestuoso con Draimon, che deve evitare e sopprimere in ogni modo possibile.
Il mattino seguente si recherà al villaggio più vicino. L'incontro con la piccola cittadina non andrà a buon fine, dato che, otterrà solamente un terribile dialogo con Erika.
Tutto comincia ad andare storto. Amelie comincerà a gironzolare per i boschi e incontrerà un gruppo di giovani ragazzi. Scoprirà dei dettagli che le riguardano e a cui non darà peso, pensando addirittura che sia soltanto un sogno.
Una serie di sciagurati eventi la porteranno a dover affrontare situazioni complicate.
Chi è in realtà Amelie? Sarà in grado di guardare al futuro riprendendo in mano la sua vita?

Cosa vuoi comunicare con il tuo “Dentro di me”?
Il romanzo tratta di tematiche importanti, basilari per ogni essere umano, quasi universali. VI sono una serie di argomenti riscontrabili nella società moderna, seppur la storia sia ambientata nella seconda metà del Settecento, questo proprio per mostrare l’invariabilità di certi disagi e il malessere che provocano a livello psicologico in una persona. La martire di questa missione è Amelie, una giovane ragazza a cui ho affidato il compito di addossarsi sulle proprie spalle delle pene indicibili, quasi insopportabili e che lasciano subentrare nella sua mente il desiderio della morte; ella è una guerriera, ma non lo sa, non riesce ad intendere il suo valore e, forse, volutamente non lo fa, ha paura di essere quel che realmente è destinata a diventare. Nel romanzo cresce, subisce un percorso che la costringerà a farlo, e sia lei che il lettore capiranno quel che hanno letto solamente con gli ultimi passaggi del manoscritto.


Quali sono i tuoi progetti futuri?
Scolasticamente spero di diplomarmi con il massimo dei voti e successivamente di laurearmi, in modo da poter avviare le procedure per divenire, un domani, insegnante liceale o universitario di storia dell’arte. Mentre professionalmente spero di riuscire a proseguire in questo campo meraviglioso con altri romanzi, ma ho già prefissato che non comincerò a scriverne altri finché le potenzialità divulgative di “Dentro di me” non saranno concluse. Al momento mi dedicherò solo a questo, anche se sono già in gara per alcuni concorsi e ho già in programma di parteciparne ad altri, addirittura sogno di poter aderire ad un bando proprio con questo scritto, anche se è tutto da vedere. Per ogni aggiornamento potete seguirmi sulla mia pagina Instagram, @lloiax.stend, dove vi sono molti aggiornamenti sulla mia persona e quel che faccio nella vita, ovvero scrivere, creare sempre qualcosa di nuovo e diverso che dia voce agli emarginati.


Grazie a Yari per il suo tempo. In bocca al lupo e buona scrittura!

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ