social

http://peccati-di-penna.blogspot.it/      http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html      http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni       http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html     http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour      https://4.bp.blogspot.com/-kpV7lPzLDPg/Wa6R8QW920I/AAAAAAAAOhs/-wTTOHjB1PU_Kj8p9t58BoFsNwavUmGSQCKgBGAs/s200/info.png

Post recenti

tag foto 1 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 7

10 ottobre 2017

RECENSIONE - Il viaggio di Elena Bartolomei | Bonfirraro Editore

Ho pronta questa recensione da molto, ma non sono riuscita a scriverla e metterla online prima perché, tra un post e l'altro e le tante uscite, il tempo mi è sfuggito di mano.

Il viaggio di Elena Bartolomei è un romanzo dallo stile molto scorrevole e fresco, una spigliatezza che si scontra con le tematiche insite nel testo e che non faticano a saltar fuori.

Amelia, la protagonista, è una donna in cui percepisco una gran gioia di vivere, di amare, di esprimersi, eppure è così frenata da stringere il cuore. Si riesce a stabilire un contatto emotivo con lei e, questo, fa bene e male allo stesso tempo.
 Quello che le succede è traumatizzante, il buio crolla su di lei, ma dopo quell'oscurità, quel dolore immenso, riemerge la luce e non è mai troppo tardi per trovare se stessi e seguire i propri sogni e, perché no, la felicità.

Questo romanzo è breve ma scuote, il suo incipit in particolare ha lasciato il segno in me. Se cercate una lettura breve ma intensa, ve lo consiglio.

TRAMA

TITOLO: Il viaggio
AUTORE
: Elena Bartolomei
GENERE
: Narrativa femminile
PREZZO
: cart. 15,90 €
PAGINE
: 160
Amelia è una giovane e brillante ginecologa, senza grande stima di se stessa, ma apparentemente felice della sua vita tranquilla a fianco di un uomo facoltoso che dice di amarla. Fino al giorno in cui lui la picchia, lasciandola sospesa in una dimensione extra-corporea che non conosce e che la spaventa.
Un sogno? La morte? Amelia non lo sa, ma dovrà esplorarla in compagnia di alcuni personaggi intenzionati ad aiutarla. Non li riconoscerà immediatamente. Soltanto molto più tardi scoprirà le loro identità, parti fondamentali del suo vissuto: un bagaglio imprescindibile per questo viaggio in cui ricordi, letteratura e politica s’intrecciano continuamente.
Il percorso esistenziale parte da Roma per giungere in Colombia, paese tormentato da una guerra civile senza fine. Qui, nella missione di Medici Senza Frontiere, il viaggio dell’anima e quello fisico si ricongiungeranno in un suggestivo cerchio magico che condurrà la protagonista, insieme a tutti i suoi fantasmi letterari e alla sua coscienza civile, in bilico tra la Colombia e Cuba, a trovare lì l’inizio e la fine di tutto…

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ