social



http://peccati-di-penna.blogspot.it/    http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/info.html

Post recenti

https://i.pinimg.com/originals/24/30/32/243032bb044d61a2bd5f0c9614bf779f.jpg

GIVEAWAY 2 ----------------------> GIVEAWAY 3
 https://i.pinimg.com/originals/77/52/e3/7752e3c1d0acacfdf7c542dde216e0b1.jpghttps://i.pinimg.com/originals/ae/64/55/ae64553247c40117076a8a8eb97ea8dd.jpg

17 febbraio 2017

RECENSIONE - Vendetta d'amore di Anna Grieco e Irene Grazzini | Leggereditore

TITOLO: Vendetta d'amore
AUTORE: Anna Grieco e Irene Grazzini
EDITORE: Leggereditore

Non solo solita leggere romanzi storici ma ho fatto un eccezione perché la trama mi aveva incuriosita e devo dire che sono stata premiata per questo azzardo.

Il romanzo di Anna Grieco e Irene Grazzini è scritto bene, scorrevole e descrittivo; non mancano i dialoghi e per quanto non sia esperta del genere mi sembrano ben impostati.

I personaggi, soprattutto i protagonisti, li ho trovati eccellentemente delineati e affiancati da ottimi personaggi secondari che hanno anche loro una buona porzione di testo in cui farsi notare, come ad esempio la miglior amica della contessina Elizabeth.

L'immagine può contenere: sMS
Elizabeth è la classica damigella da salvare, sottomessa, non è un personaggio che mi ha colpito, a tratti mi ha anche infastidito. Kenneth parte come un principe azzurro senza regno e poi diventa un uomo senza cuore proprio per vendetta, una trasformazione radicale ma molto comprensibile, il suo personaggio l'ho trovato particolarmente ben costruito con le giuste: ossessioni, paranoie e manie di potere. Dopo quanto accadutogli, io avrei lasciato emergere il peggio di me e lui ha sfruttato quel peggio con sagacia.

Personaggio più odioso della storia? Il padre di Elizabeth, lo avrei attaccato ai cavalli e lasciato trascinare per chilometri. Le autrici sono riuscite a tratteggiare un signorotto vizioso davvero viscido, sfido chiunque a non notarlo e non odiarlo.

http://peccati-di-penna.blogspot.it: Gli intrecci e il finale della storia li ho trovati abbastanza prevedibili, ma la lettura è stata comunque piacevole e interessante.

Avrei solo un appunto da fare, forse la mia mente non ci è arrivata, ma Elizabeth avrebbe potuto dire la verità a un certo punto della storia e si sarebbe risparmiata una marea di situazioni spiacevoli. Questo dettaglio, ha fatto un po' traballare, ai miei occhi, la base del romanzo ma, del resto, è anche vero che con la verità in gioco il libro sarebbe durato meno della metà o avrebbe dovuto puntare su altri sviluppi.

Per scoprire in che consiste la vendetta per Kenneth e cosa dovrà subire Elizabeth, salite in carrozza e lasciatevi portare nella  Londra del XVIII secolo.

❤❤❤❤

TRAMA

Londra, XVIII secolo. La contessina Elizabeth Clarendon ha preso la sua decisione: rinuncerà agli agi del suo rango per fuggire insieme all’uomo che ama, Kenneth, anche se è solo un umile stalliere. Non ha fatto però i conti con il padre, uomo egoista e meschino, che minaccia di far uccidere l’innamorato. Per salvarlo, Elizabeth è costretta ad allontanarlo da sé con l’inganno, a costo di spezzargli il cuore. Un anno dopo, Kenneth è diventato il nono duca di Wellesley e ha un solo pensiero: vendicarsi dell’umiliazione subita. Ma è davvero ciò che vuole? E allora perché l’unica cosa cui riesce a pensare sono quegli occhi di zaffiro capaci di accendergli il sangue nelle vene? Ed Elizabeth, ora che il suo amore è tornato, si ritrova nuovamente attanagliata tra sentimenti e obblighi, in una stretta che le imporrà una nuova scelta. Ambientato tra gli splendori e le ombre della Londra vittoriana, un romance storico che terrà le lettrici con il fiato sospeso fino alla fine.

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ