social

http://peccati-di-penna.blogspot.it/      http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html      http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni       http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html     http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour      https://4.bp.blogspot.com/-kpV7lPzLDPg/Wa6R8QW920I/AAAAAAAAOhs/-wTTOHjB1PU_Kj8p9t58BoFsNwavUmGSQCKgBGAs/s200/info.png

Post recenti

tag foto 1 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 7 tag foto 8

14 settembre 2021

RECENSIONE - Ready Player Two di Ernest Cline | Mondadori

Dopo Ready Player One, non sapevo cosa aspettarmi da Ready Player Two e posso dire che questo libro ha deluso le mie aspettative. Il primo romanzo sì era ricco di citazioni ma è stato in grado di riportare all'infanzia generando un senso di nostalgia e curiosità nel lettore che pian piano scopriva un nuovo mondo: OASIS.  
 
Il secondo e spero ultimo capitolo della serie però è risultato un misto di spiegoni e citazioni, dove la voce narrante non fa che esporre nozioni e "straparlare". Stesso difetto di Ready Player One ma portato a un livello superiore
 
Le ambientazioni, le sfide, non hanno lo stesso magnetismo delle precedenti, anzi risultano piuttosto piatte.  Ad esempio il pianeta e la sfida dedicata a Prince occupano gran spazio e risulta eccessivo per un non appassionato all'artista.  
 
Il protagonista con cui magari si poteva empatizzare è diventato antipatico e sembra fare passi indietro rispetto alla sua evoluzione, invece di staccarsi dal virtuale ne sembra ossessionato più di prima. Il gruppo di amici, gli altissimi cinque nonostante il vissuto si separano con troppa facilità. Sono introdotti nuovi personaggi che avrebbero potuto essere interessanti e smuovere l'apatia che mi ha trasmesso questo romanzo ma ciò non avviene. 
 
Lo stile è semplice (per fortuna), ma il ritmo lento e il continuo citare e spiegare rendono tutto poco avvincente
 
Le idee alla base della trama, secondo me, sono anche valide e struttura di una morale, ma sono cascate male con lo sviluppo. 
 
Concludendo, ci ho messo tanto, anche troppo, a leggere Ready Player Two e questo perché mi ha preso molto poco, oserei dire che mi ha annoiata, quindi non posso promuoverlo per quanto sia affezionata al primo libro.

🚦 Resoconto in punti
 
Negativi
🔴 Citazioni
🔴 Spiegoni 
🔴 Ritmo Lento
 
In bilico
🟠 Scrittura
 
Positivi
🟢Idee di base 


Pochi giorni dopo aver vinto la gara voluta da James Halliday, il fondatore di OASIS, Wade Watts fa una scoperta che potrebbe trasformare radicalmente l’esistenza di tutti. Nascosto in uno dei caveau di Halliday, e che attende solo di essere trovato dal suo erede, c’è un dispositivo tecnologico che, ancora una volta, potrebbe cambiare il mondo, rendendo OASIS mille volte più straordinario (e in grado di generare una dipendenza ben maggiore) di quanto lo stesso Wade possa aver mai sognato. Ben presto arrivano però anche un nuovo indovinello, una nuova missione – un ultimo Easter egg di Halliday, che potrebbe condurre a un non meglio precisato premio – e un inaspettato nuovo rivale, incredibilmente potente e pericoloso. Uno che, per ottenere ciò che vuole, sarebbe disposto a uccidere milioni di individui. Affettuosamente nostalgico, sfrenatamente originale come solo Ernest Cline poteva immaginarlo, Ready Player Two ci trascina in una nuova avventura ricca di azione, fantasia e divertimento all’interno del suo amatissimo universo virtuale, proiettandoci così, ancora una volta in modo spettacolare, nel futuro.

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ