social

http://peccati-di-penna.blogspot.it/      http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html      http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni       http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html     http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour      https://4.bp.blogspot.com/-kpV7lPzLDPg/Wa6R8QW920I/AAAAAAAAOhs/-wTTOHjB1PU_Kj8p9t58BoFsNwavUmGSQCKgBGAs/s200/info.png

Post recenti

tag foto 1 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 7 tag foto 8

19 ottobre 2020

REVIEW PARTY - Delicato è l'equilibrio di Alice Chimera | La Ponga edizioni


A un anno dalla sua uscita eccomi a recensire Delicato è l’equilibrio di un’autrice emergente italiana: Alice Chimera.

Il romanzo, un urban fantasy, è ambientato a Pisa e mette in gioco la sfera soprannaturale del fantasy richiamando i concetti di bene e male e di legami con la morte, adducendo che tutto ciò che avviene in realtà sia legato a una bilancia cosmica che deve restare in equilibrio, ad esempio non può esserci più bene che male (sì esempio molto banale ma efficace).

Una delle protagoniste è Laura, lei è una lucubrante ma questo lato della sua personalità resta sopito fino all’incontro con Nina, l’altra protagonista, la lucubrante massima di Pisa.  Nota positiva: l’introduzione di creature insolite che ricordano i medium e possono avere altre facoltà oltre ad aiutare i morti a passare oltre.

I capitoli si alternano ponendo accento sui due personaggi femminili. Laura è una studentessa un po' ingenua che vuole esplorare un altro lato di sé, Nina è una donna matura e decisa, l'ho trovata più interessante e stimolante, i suoi segreti, il suo dolore, i suoi modi... l'hanno resa più complessa e la mia preferita.

Vi sono una serie di personaggi secondari, tra cui Maurizio e Diego, anche loro coinvolti nel mantenimento dell’equilibrio, il primo è sempre stato innamorato di Nina il secondo è il classico cattivo ragazzo che non vuole legami ma con Laura... ecco, se devo trovare un elemento che proprio non mi è piaciuto è il rapporto tra Laura e Diego, e mi ha lasciata anche perplessa il legame tra Diego e Nina che non ho pienamente compreso. Il personaggio di Diego è quello che meno di tutti mi ha colpito, l’ho trovato irritate e a volte utile solo a creare determinate scene.  

La trama ha un intreccio composto di segreti e questo tende a far incuriosire il lettore che è portato ad andare avanti  grazie al desiderio di scoprire i non detti, i piani, gli accordi, e quant’altro.

Delicato è l’equilibrio è scritto in prima persona, a volte, soprattutto l’inizio, un po’ prolisso, troppo descrittivo,  questo per alcuni potrebbe anche essere un pregio, ma io ho fatto fatica a prendere il ritmo, poi diventa una strada in discesa.  I concetti descritti riguardo l’equilibrio al principio possono sembrare ostici ma poi, man mano, si riesce a "padroneggiarli".

Il finale mi è piaciuto, reputo non sia banale, né biancò né nero, oserei dire: equilibrato.

Alice Chimera ha portato su carta un urban fantasy originale con un’ambientazione italiana, anche ben realizzata, fattore non scontato. Ve lo consiglio.

Le recensioni continuano su...


L'Equilibrio è la legge, il meccanismo che fa funzionare la realtà, grazie a un complesso sistema di pesi e contrappesi le cui regole sono scritte nell'essenza stessa delle cose. Ma l'Equilibrio è delicato, e basta poco a comprometterlo. Nina lo sa, perché è una lucubrante, una persona molto speciale, come ce ne sono poche al mondo, incaricata di preservarlo a ogni costo, facendo in modo che il conto dei vivi e dei morti continui a tornare, mentre aiuta le anime dei trapassati ad accettare il loro destino. Nina però è stanca, e cerca qualcuno che prenda il suo posto. Questa persona è Laura, una giovane lucubrante a malapena consapevole della sua natura, e del tutto ignara delle minacce che si profilano sul suo cammino.



Testo fornito dall'editore

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ