social

http://peccati-di-penna.blogspot.it/      http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html      http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni       http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html     http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour      https://4.bp.blogspot.com/-kpV7lPzLDPg/Wa6R8QW920I/AAAAAAAAOhs/-wTTOHjB1PU_Kj8p9t58BoFsNwavUmGSQCKgBGAs/s200/info.png

Post recenti

tag foto 1 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 7 tag foto 8

17 gennaio 2020

RECENSIONE - NIKA di Chiara Casalini | DarkZone Edizioni

Salve peccatori, oggi vi parlo di NIKA di Chiara Casalini un music romance particolare perché oltre al rapporto di coppia e alla musica che hanno un ruolo centrale, emergono  tematiche come violenza e sottomissione, purtroppo sempre attuali. Quindi non è proprio un romance "rose e fiori".

Lo stile di Chiara Casalini è limpido e diretto, quando serve non è censurato ma ha quel giusto colore che non dovrebbe mai mancare quando trama e personaggi lo richiedono, infatti penso che nei dialoghi questa sia una caratteristica molto importante.
Nika è la protagonista, è ben costruita, riesce a trasmettere ciò che prova: tormento, trauma, la diffidenza verso il prossimo e l'insicurezza. Anche se in apparenza ci è presentata come una tipa tosta e senza peli sulla lingua, non si può non veder trasparire una sorta di dolcezza, un'anima che vuole essere amata, ma che ha paura di esporsi. Il personaggio di Nika è quasi totalizzante, il co-protagonista per forza di cose spicca più rispetto ad altri personaggi che sono molto di contorno e rappresentano quell'amicizia che resta nelle retrovie, ma che riesce comunque a comunicare un bel messaggio: far gruppo per il singolo.

Non essendo appassionata di musica quanto forse occorrerebbe per il tipo di romanzo, ho trovato"invadenti" le strofe delle varie canzoni che mi hanno spezzato la lettura.

L'andamento della storia per i miei gusti è un po' monocorde, non ha alti e bassi, non ha picchi se si esclude la parte conclusiva dove la situazione si movimenta e finalmente c'è la resa dei conti che si attende da quando Nika rivela del suo ex. Quel "faccia a faccia" mi è piaciuto molto, ci voleva.

Concludo dicendo che se siete avvezzi al genere NIKA di Chiara Casalini vi piacerà sicuramente, io l'ho apprezzato ma, ovviamente, non essendo affine a questo tipo di lettura non ho potuto godere di tutte le peculiarità come, ad esempio, delle interruzione musicali.


Nika è la cantante dei Midcrime, band italiana gothic metal di provincia. Dietro i modi caustici e fin troppo diretti, nasconde un passato segnato da un profondo dolore, una ferita tenuta segreta per anni, che ha cercato di lasciarsi alle spalle trasferendosi. La paura l'ha spinta a non creare relazioni, a non sentirsi legata a nessuno. Tuttavia, i Midcrime si sono fatti pian piano largo nella sua quotidianità, soprattutto Black, che ha il suo stesso modo di comunicare al di là delle parole. Accompagnati dalle note del metal che amano e che essi stessi compongono, la loro amicizia cresce e supera il limite stabilito da Nika. Una lotta tra sesso e amore, una cantante e un chitarrista che non riescono a starsi lontani anche a costo di distruggersi, nella speranza di salvarsi. Ma si può tornare ad amare restando incatenati al silenzio e con un passato ancora sospeso, pronto a braccarti?



Testo fornito dall'autore

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ