social

http://peccati-di-penna.blogspot.it/      http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html      http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni       http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html     http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour      https://4.bp.blogspot.com/-kpV7lPzLDPg/Wa6R8QW920I/AAAAAAAAOhs/-wTTOHjB1PU_Kj8p9t58BoFsNwavUmGSQCKgBGAs/s200/info.png

Post recenti

tag foto 1 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 7 tag foto 8

7 maggio 2019

REVIEW PARTY - La ragazza del faro di Alessia Coppola | Newton Compton Editori

La ragazza del faro di Alessia Coppola è disponibile da oggi in ebook e dal 9 maggio in libreria e al Salone Internazionale del libro di Torino dove troverete anche l'autrice per il firmacopie! Intanto, io e altr* blogger vi faremo saggiare il romanzo tramite la nostra esperienza di lettura. Pronti?

Il loro incontro era scritto nelle stelle


La ragazza del faro di Alessia Coppola è un romanzo di narrativa, un contemporaneo, la protagonista è Luna: una giovane abitante dell'Isola dei Gigli di mare che, infatti, è molto legata al mare e alle stelle, un retaggio della madre, scomparsa anni addietro proprio dal faro che Luna ama e teme allo stesso tempo. 

Luna è un personaggio quasi surreale, lontana dai modelli dei nostri tempi, ha un'anima così pura e antica che pare venire da un'altra realtà, e questo suo essere è percepito e compreso sia dal padre e lo zio, sia dai compaesani. Questa diversità la rende speciale, matura e profonda, ma sola. Una solitudine a cui si abitua.
«Prendi almeno in considerazione il mio suggerimento».
«Ne abbiamo già parlato, zio. Nessuno di loro brilla ai miei occhi».
«Attenzione, ciò che brilla acceca».
«È una fortuna allora che nessuno ne sia in grado».
Copyright Newton Compton Editori, Alessia Coppola, 2019

Luna ha le sue abitudini, un piccolo mondo, forse troppo piccolo per una giovane che deve spiegare le ali.
La sua vita procede placida finché non trova una foto che ritrae lei e sua madre, in quel momento la curiosità si accende e diventa una lama a doppio taglio.

Quando Luna  incontra Hermes, un fotografo, sembra aver trovato una persona affine, anche se lui nei modi e nei ragionamenti è più moderno e attuale.  

Con il personaggio di Hermes ho avuto un rapporto complicato, l'ho detestato, ma poi l'ho compreso. Il suo atteggiamento altalenante ha messo alla prova sia me che Luna, ma io ho imprecato, mentre la protagonista no, gli è rimasta legata bene o male...

La ragazza del faro non è una storia incentrata su un ragazzo e una ragazza, ma sulla famiglia, sui segreti, sul potere del destino. 

L'ambientazione è essenzialmente quella isolana, tra cielo e mare, natura e bellezza. 
Non avevo mai visto così il mio mare».
«Il tuo mare?»
«Sì…».
«E ti piace?».
Lei incrociò le braccia al petto. «Tu non fotografi il mare. Lo dipingi».
Copyright Newton Compton Editori, Alessia Coppola, 2019
 
Le pagine trasmettono uno stato d'animo malinconico che si fonde alla poesia dello stile abbracciando completamente il lettore.

Lo stile di Alessia Coppola non è affatto lineare o banale, nel lessico è semplice e comprensibile, ma non lo è nell'elaborazione dove anche i passaggi più semplici riescono a essere intensi e carichi di significato, anche un soffio di vento riesce a essere spettacolare se scritto dalla penna di Alessia Coppola.

La ragazza del faro è narrato in terza persona, ponendo l'accento sì su Luna, protagonista,  ma in modo significativo pure su Hermes.

Anche il faro ha una sua storia, così come i nomi di Luna ed Hermes; ci sono legami profondi, segreti, affetti e tormenti.

La trama, al di là dei riferimenti alle stelle e al background che ha le sue note peculiari, non è originale in alcune sue dinamiche e a metà romanzo il percorso della storia è intuibile, ma a volte il punto forte di un testo risiede nei dettagli e nel modo in cui è scritto. 
La scrittura non è solo veicolo di fatti ma anche di emozioni e sentimenti, e quella di Alessia Coppola è proprio così.

L'epilogo conferma il mix di poesia e malinconia trasmesso dall'incipit e può lasciare il lettore smarrito, ma analizzando Luna si può comprendere il perché di tale conclusione.

Non mi resta che lasciarvi ai blog che recensiranno oggi il romanzo in questo review party.

Peccati di Penna, Anima in penna, Book Lover, Chronicles of a bookaholic, Coccole tra i libri,
Cronache Di Lettrici Accanite
, Emanuela Falco books & lifestyle, Hook a Book, Ikigai di libri e altre passioni,
Leggere per sognare, Leggi Mangia Viaggia, Lettrice ribelle, Lettrice sfuggente, Libera_mente,
Niente di personale,Pieces of Paper Hearts,Reading is true love, Sognando tra le righe,
Sognare leggi e sogna
, Sogno tra i libri, The enchanted library, The Mad Otter, The Reading’s Love,
Tratto rosa
, Un libro e una tazza di tè, Voglio essere sommersa dai libri, Volevo fare la scrittrice

undefined

Nel mare Adriatico c’è un’isola incantevole, cullata dall’abbraccio delle onde. È l’Isola dei Gigli di mare, tra le cui sponde si snodano le vicende di Luna, una ragazza dal passato tormentato e un futuro riposto nelle stelle. La vita di Luna cambia all’improvviso quando dal mare arriva una misteriosa scatola: al suo interno alcune foto, sbiadite dall’acqua e dal tempo, che la ritraggono da bambina insieme alla madre, scomparsa quando Luna aveva solo sei anni. Chi ha scattato quelle foto?  E perché ora si trovano tra le sue mani? Convinta che non possa trattarsi di un caso, la ragazza comincia a interrogare le stelle, che – proprio come sua madre – Luna studia sin da piccola, incoraggiata da suo zio, il guardiano del faro. Quando le speranze di arrivare a risolvere quell’enigma sembrano svanite, ecco che sull’isola arriva qualcuno, forse in grado di darle le risposte che cerca: si chiama Hermes ed è un giovane fotografo giunto a immortalare le bellezze del posto. Hermes e Luna non sanno che c’è un antico segreto che li riguarda. Un segreto che prima o poi qualcuno riporterà alla luce…



Testo fornito dall'editore

2 commenti:

  1. Sei sempre in prima linea se si tratta dei miei romanzi, mi sei vicina come collega, ma prima di tutto come amica. E lo fai con onestà e obiettività, prendentodi cura del libro. Un grazie per tutto ciò che fai, per ciò che sei, per ciò che ci unisce. Ti voglio bene e ti "valango". <3 <3 <3

    RispondiElimina
  2. Bisogna sostenere il talento e io lo sostengo Ù_Ù

    Sì, poi siamo amiche, ma è un dettaglo questo >_>

    Ti valango... <3 <3 <3

    RispondiElimina

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ