social

http://peccati-di-penna.blogspot.it/      http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html      http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni       http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html     http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour      http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/info.html

Post recenti

tag foto 1 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 7

25 ottobre 2018

RECENSIONE Review Party - Vision di Alessia Coppola | La Corte Editore

Finalmente dopo una grande attesa è arrivato Vision di Alessia Coppola, un distopico con connotati fortemente Sci-Fi, un genere un po' diverso per Alessia che si rivela sempre più poliedrica.

Vision ha una narrazione divisa in due POV, Reika e Ares, ma la vera protagonista è Reika, una ragazza che vive in una città isolata dal resto del mondo, sopravvissuta, perfezionata: Meridian. La popolazione è divisa in settori dettati dalla razza, tutto è regolato da norme che gestiscono la vita dell'individuo sin nel privato, una situazione interessane che mi ha molto affascinato ma che però occupa solo un piccolo spazio all'interno del romanzo, questo mi è un po' mancato, avrei voluto vivere di più Meridian, attratta proprio da questa settorialità e dalla sua influenza sulle persone.

L'ambientazione si divide essenzialmente in due, la parte che riguarda la città e quella delle zone all'esterno, due settori separati e ben diversi, differenti come le persone che li popolano. Per farvi capire cosa c'è oltre Meridian, pensate a un post-apocalittico dove invece di zombie ci sono... altri esseri, altre peculiarità. La maggior parte dei sopravvissuti è giovane (gli adulti sono quasi tutti periti) e tra essi c'è il co-protagonista Ares che con Reika sviluppa subito una sorta di chimica. Entrambi, in modo diverso, sono speciali e affrontano un percorso di crescita ed evoluzione dove mutano sentimenti e certezze.

Il contesto e il background sono ben sviluppati, molto articolati, l'autrice ha creato un nuovo mondo in modo sapiente. I personaggi sono molti, sicuramente quella che più si fa notare è Savannah, un personaggio secondario che non fa che ripetere lo stesso errore: mettersi scioccamente in pericolo. Sul serio, ma perché?
In questo nutrito nucleo di soggetti si affrontano tematiche come l'amicizia e l'amore, come la sopravvivenza possa compromettere i rapporti e arrestarli. 
In fondo, se si può morire anche domani, perché impegnarsi? Perché avere un motivo in più per soffrire?

Menzione speciale va a Siska animale "addomesticato" (non domestico) di Ares. Adoro la presenza di questo felino all'interno della storia.


Lo stile dell'autrice è sempre ricco, nonostante il lessico alla portata di tutti. La narrazione è in prima persona e come anticipato alterna i punti di vista di Reika e Ares. La trama si presenta profonda e complessa, non semplice come può sembrare dalle prime pagine.

Per quanto riguarda il ritmo della storia posso dire che dopo un  inizio ben cadenzato si subisce un arresto dove tutto rallenta, a mio parere rallenta anche troppo dando spazio a personaggi e situazioni che probabilmente avrebbero potuto aver minore spazio concedendo più sprint allo svolgimento dei fatti.  Si avverte abbastanza questo rallenty soprattutto quando verso il finale si ritorna a un ritmo sostenuto. In pratica nell'epilogo c'è il boom!

Concludendo, se amate le distopie, vi appassiona il post-apocalittico e il tema della sopravvivenza, se apprezzate o volete approcciare allo Sci-Fi, non potete perdervi Vision, un romanzo dalle varie sfumature e sorprese. Alessia Coppola come al solito si distingue per uno stile curato e per lo studio che anche nelle opere più fantasiose non manca mai.



2486
Reika vive in un mondo perfetto, in cui gli abitanti sono il risultato di un'attenta selezione genetica.
Le razze sono suddivise in ghetti e a nessuno è permesso di oltrepassare i confini di Meridian City.
Ma accadrà qualcosa che risveglierà in lei un potere sconosciuto.
Arrestata e isolata, fuggirà e scoprirà un mondo diverso, perennemente in bilico tra la vita e la morte.
Sotto l'assedio di una terribile minaccia, Reika verrà a conoscenza del grande inganno che ha tenuto sotto scacco la sua società perfetta e sarà pronta a fronteggiare ogni pericolo, con l'aiuto di Ares e degli altri Sopravvissuti.
Conoscerà il dolore, la rabbia, ma anche l'amore e la verità. Sacrificherà se stessa, perché lei è la chiave per salvare i due mondi. Perché lei possiede l'occhio che tutto vede.



Testo fornito dall'editore

12 commenti:

  1. si, Savannah è veramente una rompipalle ahahahah fino alla fine ho temuto che succedesse qualcosa a Siska e all'ultima pagina ho scritto ad Ale ringraziandola di non averla uccisa ahahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio pensiero era: Ma prendetevela Savannah, per favore! Prendetevela!

      Elimina
    2. Siska non poteva morire XD

      Elimina
  2. Aspettavo di leggere la tua recensione 😍 e vedo che anche a te non è piaciuta Savannah..cioe a me non è piaciuto come si mette continuamente in pericolo, ma le ho voluto bene. Siska è un amore 😍😍😍😍

    RispondiElimina
  3. Ah Savannah, il mio terrore sin dall'inizio xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A pelle ho capito che mi avrebbe dato il tormento come personaggio xD

      Elimina
  4. La nostra amicizia non ti impedisce di essere obiettiva e condurre una recensione curata che mette in luce ogni aspetto. Grazie, amica mia, sono felicissima che ti sia piaciuto. E ok, Savannah è bocciata. XD ahahahah

    RispondiElimina
  5. Savannah, la donna più amata del mondo xD

    RispondiElimina
  6. Pensa che invece io ho iniziato la lettura molto lentamente, ho trovato la prima parte un po' lenta e banale, ma poi appena ho preso il ritmo non riuscivo più a staccarmi, l'ho divorato! :)

    RispondiElimina

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ