6 novembre 2015

SEGNALAZIONE - Autori Self #7

Questo venerdì altre tre opere per il self. Incredibile ma vero, continua la serie di tris per l'autopubblicazione.

    • Raccontami di te di Emiliana Erriquez
    • Una freccia, un sentiero, un Cammino. Destinazione Santiago di Sophia Margò
    • Nome in codice di Gero Marino



    Pubblicazione 13 novembre
    TITOLO: Raccontami di te
    AUTORE: Emiliana Erriquez
    GENERE: Romance
    PREZZO: eBook 1,99 €cartaceo 9,11 €

    TRAMA
    Amira è una giovane donna che decide di dare una svolta alla sua vita e parte per l’America portando con sé tutti i sogni e le speranze di chi arriva in un nuovo paese. In California la ragazza riesce subito ad ambientarsi, a farsi nuovi amici, grazie anche al suo carattere amabile. Un giorno incontra Steve, un ragazzo americano dagli occhi verdi, iscritto alla facoltà di giornalismo della UCLA, dove lei frequenta un corso di inglese. Un incontro che, Amira non lo sa, segnerà per sempre la sua vita. Steve e Amira si frequentano, cominciano a provare forti emozioni l’uno per l’altra senza sapere che il loro tempo è limitato e che il destino ha in serbo qualcosa di imprevedibile. Amira all’improvviso è costretta a ritornare in Italia e a rinunciare a tutti i sogni in cui aveva cominciato a credere e, soprattutto, a Steve. Resterà legata al suo ricordo per anni, senza riuscire a liberarsene, ma potrà l’amore sopravvivere davvero al tempo e alla distanza? Nella vita di Amira arriva Marco, un giovane medico che le resta accanto in un momento difficile, un uomo a cui la donna col tempo finisce per legarsi. Steve nel frattempo arriva all’apice della sua carriera di scrittore e incontra Carrie, una promettente artista di New York. Dopo molti anni, un giorno, Steve e Amira si ritrovano per uno strano scherzo del destino sotto lo stesso cielo italiano… Riusciranno a trovare il coraggio e la forza di vivere il loro amore questa volta?
    La luce della sera filtrava dalla finestra, da cui giungeva anche l’odore di qualche pizzeria non lontana da casa. La sua stanza, che aveva lasciato solo pochi mesi prima per andare a Santa Barbara, era rimasta come la ricordava ma il senso di estraneità che aveva provato il giorno in cui aveva varcato la soglia di casa l’aveva destabilizzata.
    Poche settimane in un contesto diverso potevano riuscire a cancellare la familiarità di tutta una vita?
    Continuava a chiederselo spesso, senza trovare alcuna risposta.
    Si aggirava per casa ricordando l’ultima cosa che aveva mangiato in America, l’ultima canzone americana che aveva ascoltato, l’ultima volta che era entrata nell’armadio a muro, il walk-in della sua stanza che tanto adorava, l’ultima volta che aveva percorso le enormi corsie del Walmart, il supermercato d’America. Quella sera, mentre sua madre preparava la cena, lei guardava il soffitto bianco, stringendo tra le mani l’ultima lettera di Steve, e ripensando all’ultima volta che aveva visto Amy.
    “Puoi dare questa lettera a Steve dopo che sarò partita?” le aveva chiesto salutandola quel giorno cercando di non farsi notare da lui.
    “Certo, cara” aveva risposto prontamente Amy infilandosi in fretta la lettera in una manica della maglia. “Abbi cura di te e scrivimi” aveva aggiunto poi con gli occhi pieni di lacrime.
    E ora Amira stringeva tra le mani la risposta di Steve, una lettera che era arrivata settimane prima ma che lei non avrebbe mai smesso di rileggere. In quella che Amy si era preoccupata di consegnargli il giorno stesso della sua partenza, Amira lo aveva ringraziato per tutto il tempo passato insieme, per la ricetta dei brownie che lui le aveva passato, per averle fatto conoscere i Pearl Jam, averle insegnato alcune espressioni di slang americano, per averla portata agli Universal Studios.
    “… il solo pensarti mi fa desiderare di essere con te…” aveva scritto lui, in risposta, con la sua calligrafia decisa ma sottile.
    Steve era un pensiero costante, che mai l’abbandonava. Se ne stava lì, rintanato in un angolo della sua mente, mai nascosto, mai a riposo, sempre in agguato. Come una presenza costante di cui non si poteva più fare a meno.

    Disponibile su amazon.
    TITOLO: Una freccia, un sentiero, un Cammino. Destinazione Santiago
    AUTORE: Sophia Margò
    GENERE: Viaggi
    PREZZO: eBook 2,99 € cartaceo 12,48 €
    PAGINE: 235/324

    TRAMA
    Elena, rimasta vedova, affronta un periodo molto difficile della sua vita.
    Una sera alcune amiche la invitano al cinema. Da quel momento, si troverà coinvolta in un’esperienza straordinaria che la porterà ad attraversare tutta la Spagna tra incontri speciali, paesaggi meravigliosi, leggende, storia, cultura.
    In compagnia di pellegrini provenienti da tutto il mondo, seguirà l’antico Cammino verso Santiago de Compostela. 
    Disponibile su amazon.
    TITOLO: Nome in codice
    AUTORE: Gero Marino
    GENERE: Sci-fi
    PREZZO: ebook 1,99 € cartaceo 9 €
    PAGINE: 242

    TRAMA
    All’alba dell’anno 2034, un supercomputer di ultima generazione SK-6000, dell’industria informatica Tripla I, dotato di una potente intelligenza artificiale e una strabiliante velocità di calcolo, viene installato nella stazione radioastronomica Falcon Zeta della città italiana di Massigallia. Il nuovo apparecchio, unito alle capacità delle imponenti antenne radio, promette buone speranza di captare un più ampio spettro di onde elettromagnetiche provenienti dalle più remote profondità dell’Universo. Alla Falcon, un team di ricercatori sotto stretto contatto con il Seti, sono suddivisi in differenti turni per coprire tutto il ciclo di 24 ore e non lasciarsi sfuggire ogni possibile occasione di captare ogni sorta di segnali che riescano ad arrivare fino al pianeta Terra, oltre che a condurre esperimenti e ricerche volte al normale ampliamento delle conoscenze dei meccanismi che regolano i sistemi stellari. Il turno di notte spetta a Max Petrelli, un giovane ricercatore laureato in astrofisica, non molto avvezzo con il nuovo arrivato della Tripla I. Fra lui e il computer si istaura un rapporto a dir poco singolare e in una notte apparentemente come tante altre, uno strano messaggio sembra essere giunto da molto, molto lontano.

    3 commenti:

    1. Destinazione Santiago mi incuriosisce molto :)

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Il Cammino di Santiago incuriosisce molto e questa è una buona opportunità per conoscerlo. Non è solo camminare, è qualcosa di più profondo. La protagonista segue l'antico Cammino che non si può inventare, non è possibile. Il libro è basato sul vero Cammino di una pellegrina. Se qualcuno lo ha già percorso, si ritroverà a vivere le stesse emozioni, chi non lo ha fatto, invece, potrebbe restarne affascinato e, chissà, magari partire. :-)

        Elimina
    2. Ciao! Mi incuriosisce molto il primo libro =)

      RispondiElimina

    I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ