10 luglio 2013

FILM - World War Z

Gli zombie non sono mai stati così veloci!


World War Z è un film del 2013 diretto da Marc Forster.
La pellicola è la trasposizione cinematografica del romanzo World War Z. La guerra mondiale degli zombi di Max Brooks del 2006.

TRAMA
Quella che per Gerry Lane e famiglia sembra una giornata come le altre si rivela ben presto essere l'inizio di una tragedia a scala mondiale. Una terribile infezione che rende gli esseri umani simili a zombie si scatena a Filadelfia e nel resto del globo. L'origine del virus è sconosciuta e il governo statunitense offre riparo alla famiglia Lane a bordo di un'imbarcazione federale, a patto che Gerry, ex funzionario delle Nazioni Unite, parta alla ricerca di un rimedio insieme ad un giovane virologo, Fassbach.

Fonte wikipedia

RECENSIONE

Il filo conduttore è la ricerca della causa dell'epidemia. Sì okay niente di nuovo.
Il nostro Gerry (Brad Pitt) inizia a muover i primi passi in Corea, gli zombie sono attratti dal rumore, questa è la prima scoperta sui non-morti, e proprio durante un momento delicato la moglie di Gerry decide di chiamare il suo uomo in missione... Mossa furba! Sai che tuo marito è fuori nel mondo tra i mostri tu lo chiami... Cioè vuoi pensare che potrebbe essere pericoloso lo squillo di un cellulare? Che assurdità... 

Il film è stato carino, niente di eccezionale, abbastanza banale e con scene forzate, ad esempio gli
zombie che diventano un'unica cosa creando una colonna di corpi umani per scavalcare un muro, è allucinante! Con tutta la sorveglianza e gli elicotteri che proteggevano la città, ci si accorge dell’invasione solo quando è troppo tardi… Certo non c’è da stupirsi, è tutto frutto di fantasia, ma questi zombie hanno proprio il turbo, vedere per credere! 

Uno svolgimento piuttosto lineare e una conclusione molto ordinaria. La cosa più spaventosa del film sono le grida degli zombie, sembrano tanto maiali che soffrono le pene dell’inferno. La causa dell’epidemia sembra attribuita alla natura, una forma virale che ha inizio chissà dove...

Il nostro Gerry riuscirà a scoprire l’origine? Riuscirà a trovare una cura? Riuscirà a tornare a casa? Qui non lo saprete... 

Buona visione: ★★★




 photo signature_1_zpsb460c04b.gif

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ