6 marzo 2017

RECENSIONE - Non dirmi bugie di Rena Olsen | Newton Compton Editori

TITOLO: Non dirmi bugie 
AUTORE: Rena Olsen
EDITORE: Newton Compton Editori

Salve peccatori, il mio inizio con questo libro è stato titubante, forse per via della cover, per i titolo, o forse per il mio stato da lettrice non in vena di thriller… ma tutto è cambiato dal momento in cui mi sono immersa completamente nelle pagine di Non dirmi bugie. Appena cominciata ho dovuto interrompere la lettura ma quando l’ho ripresa è filata d’un fiato.

La narrazione alterna i trascorsi e il presente della protagonista in modo egregio, sviluppando man mano situazioni diverse e chiarendo l’attualità con il passato. Il personaggio principale, quello che veicola ogni cosa, è interamente da scoprire, la sua evoluzione e presa di coscienza è un percorso molto avvincente. Staccarmi dal romanzo mi è risultato difficile e per questo l’ho ultimato in un giorno, volevo assolutamente scoprire come sarebbe andata a finire per Clara, come avrebbe scelto di agire.

I thriller che hanno come “star” investigatori e poliziotti sono fin troppo usuali, mentre trovarmi nei panni di una vittima che non si reputa tale è stata una gran novità.

Clara è cresciuta con una visione del mondo distorta ma per lei quella versione rappresenta la normalità, addirittura la felicità, e sbattere contro ciò che esiste fuori della sua campana di vetro è straziante e sconcertante. Anche ciò che in cuor suo sa essere sbagliato vien deformato da anni di chiacchiere, dalla coercizione e dall’amore. Dall’amore… assurdo no?

http://peccati-di-penna.blogspot.it: Per me è stato entusiasmante percepire il suo dolore, le malsane convinzioni e avvertire la ragione emergere gradualmente.
L’autrice tratta argomenti spinosi e orribili, situazioni intricate e dolorose con uno stile molto fluido e coinvolgente. Si sviluppa un legame con la protagonista e si affiora con lei dal baratro delle menzogne con lo stesso senso di amarezza e disgusto.

Come valutare questo romanzo? La prima cosa a cui ho pensato è: sono senza parole. Come ho commentato la lettura di questo libro a terzi ? Ho semplicemente detto: è un libro bellissimo.

Non mi aspettavo un thriller tanto appassionante, sono estremamente soddisfata di questa lettura, ve la consiglio.

❤❤❤❤❤

TRAMA

Clara sta spazzolando i capelli a una delle figlie, quando alcuni uomini armati fanno irruzione in casa e arrestano Glen, suo marito. L’ultima cosa che lui le urla, prima di essere portato via, è di non dire niente, e lei ubbidisce. Del resto, la rigida educazione che ha ricevuto da ragazzina, e che l’ha resa poi una giovane donna dalle maniere perfette, l’ha abituata a fare ciò che va fatto. Sempre. Ma la situazione precipita rapidamente e lei si ritrova rinchiusa, interrogata da uomini e donne che la chiamano con un altro nome, Diana, e che accusano il marito di aver commesso crimini atroci. Clara ripercorre così il suo passato, cercando la chiave per comprendere ciò che le sta succedendo. E a poco a poco il passato inizia a stridere con il presente e Clara è costretta a mettere in dubbio la realtà che ha sempre dato per scontata: dovrà ricorrere a tutte le sue forze per aprire gli occhi sul presente e affrontare il futuro, se per lei un futuro c’è ancora…

2 commenti:

  1. OMG! bè direi che si è proprio fatto perdonare l'inizio incerto! Sembra davvero avvincente anche se come hai detto giustamente tu dal titolo e dalla copertina non gli si darebbe due lire!

    RispondiElimina
  2. Mi ha affascinato enormemente trovarmi non nella parte lesa e non della giustizia... è stato qualcosa di nuovo. La cover non mi ha trasmesso molto e il titolo non evoca nulla di particolare... ma alla fine... è stato amore per il romanzo.

    RispondiElimina

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ