social

http://peccati-di-penna.blogspot.it/      http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html      http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni       http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html     http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour      https://4.bp.blogspot.com/-kpV7lPzLDPg/Wa6R8QW920I/AAAAAAAAOhs/-wTTOHjB1PU_Kj8p9t58BoFsNwavUmGSQCKgBGAs/s200/info.png

Post recenti

tag foto 1 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 7 tag foto 8

23 novembre 2020

RECENSIONE - Gideon la Nona di Tamsyn Muir | Mondadori

Gideon la Nona di Tamsyn Muir
è uno di quei rari libri che è riuscito a farmi cambiare idea.

Ambientazione spaziale, nel vero senso della parola, si parla di pianeti e di Case e, non so perché, ho pensato subito ai Cavalieri dello Zodiaco, li conoscete? Vabbè altra storia...

Gideon è una ragazza di cui si conosce poco il passato, sappiamo che è una sopravvissuta e che ha una sorta di nemesi: Harrowhark, erede della Nona Casa. Le due ragazze sono unite da un rapporto di amore odio, più odio al principio, ma vengono a galla segreti che le portano a una sorta di... rappacificazione, possiamo definirla amicizia? Chissà? Comunque, uno sviluppo graduale, sensato, bello. Molto bello.

La trama si concentra su una ascesa al potere che vede coinvolte le Nove Case, ovvero i loro eredi necromanti seguiti dalla loro guardia del corpo: i paladini. Anche qui rapporto necromante/paladino presenta diverse sfumature. I necromanti sono accomunati dal ruolo ma hanno poteri diversi tra loro, ad esempio Harrow riesce creare e comandare scheletri da un solo frammento osseo.

Ho adorato la protagonista: Gideon è fuori di testa, spassosa, imprevedibile. Il testo, i dialoghi, non sono i soliti, ma sono coloriti, e questo mi è piaciuto. L’autrice non teme di usare appellativi come “f*ssa” (ma qui è da vedere la traduzione, però... va bene). Il percorso di Gideon è lungo e alla fine diventa quello che mai si sarebbe aspettata... l’epilogo mi ha emozionata e anche rammaricata.

Altro elemento che ho apprezzato del romanzo è la presenza di violenza e sangue. Le lotte sono lotte, senza inibizioni, e se muori, muori alla grande
 
La narrazione è in terza persona, lo stile dell’autrice è semplice ma molto descrittivo, a volte troppo. Infatti, il romanzo ha un ritmo piuttosto lento. Per arrivare alla parte interessante si fatica, ignoro come io abbia fatto a non mollare prima, visto che i testi che si perdono in ciarle o lunghe descrizioni non fanno per me, eppure sono riuscita ad arrivare alla fine, attratta dai misteri che l'opera cela
 
Punti un po' dolenti sono i passaggi confusi (a volte ci si perde nei discorsi) e l’introduzione a freddo in un universo molto particolare che unisce fantasy e fantascienza ed è anche ricco di personaggi. Se non avete buona memoria per i nomi, troverete qualche difficoltà... all’inizio c’è un riepilogo ma io non amo fare avanti e indietro con le pagine soprattutto se leggo in ebook... mi distrae troppo, mi porta via dal flusso degli eventi.

Non posso definire Gideon la Nona di Tamsyn Muir una passeggiata, ma alla fine, superando gli ostacoli, vi soddisferà... sempre che come me gradiate gli elementi sopracitati: azione, morte, sangue, violenza, necromanzia... se li apprezzate, armatevi e partite: ne varrà la pena. 
 
Quindi... in sintesi sì, mi è piaciuto.

Risultati immagini per una morte perfetta angela marsons
Gideon la Nona di Tamsyn Muir ci svela una galassia di duelli a fil di spada, spietati giochi di potere e necromanti lesbiche. I suoi personaggi saltano fuori dalla pagina, magistralmente animati come arcani redivivi. Allevata da ostili monache calcificate, valletti vetusti e un'infinità di scheletri, Gideon è pronta ad abbandonare una vita di schiavitù - nell'aldiquà - e una da cadavere rianimato - nell'aldilà. Prenderà la sua spada, le sue scarpe e le sue riviste zozze e si preparerà a un'audace fuga. Ma la nemesi della sua infanzia non la lascerà di certo andare senza chiederle qualcosa in cambio. Harrowhark Nonagesimus, Reverenda Figlia della Nona Casa e prodigio della magia ossea, è stata convocata. L'Imperatore ha invitato tutti gli eredi delle sue fedeli Case a prendere parte a un torneo all'ultimo sangue fatto di astuzia e abilità. Se Harrowhark avrà successo, diventerà un'onnipotente servitrice immortale della Resurrezione; ma nessun necromante può ambire all'ascensione senza un paladino. Senza la spada di Gideon, Harrow fallirà e la Nona Casa morirà. Chiaro, ci sono sempre cose che è meglio se restano defunte.



Testo fornito dall'editore

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ