19 giugno 2015

RECENSIONE - Rossa di Maddalena Rinaldo

TITOLO: Rossa 
AUTORE
: Maddalena Rinaldo
EDITORE: Indies g&a

Eccomi qui con questo romanzo breve, Rossa, titolo breve, romanzo breve ma intenso e forse difficile da gestire dal lettore.

La protagonista è una ragazza che vorrebbe vivere la sua vita, gli anni più belli tra amicizie, gite al mare, fidanzatini e prime esperienze. Ma come si vive tutto ciò quando si deve combattere con un male? Come si fa a star bene con se stessi vedendosi sfiorire? 

Due, quattro, sei, otto e quattro. Fa dodici. Più nove ventuno. Più tre ventiquattro.
Non sembra tragico stamattina. Ieri erano trentacinque, contro ventiquattro non è affatto tragico, oggi la federa si può considerare vuota.

Ebbene, nonostante la situazione, la protagonista ha grinta e parla quasi con la sua malattia: le urla contro, combatte, emerge la voglia di prevalere. Il tema è profondo e toccante, la scrittura è scorrevole ma si presenta come un lungo monologo interiore senza pause che alla lunga rischia essere pesante, infatti, ho letto a piccole dosi per non essere schiacciata dai pensieri in corsa di pagina in pagina. Talvolta burrascosi, talvolta asfissianti.
L'argomento della malattia è ben espresso, però mi lascia un po’ perplessa il calcare la mano sulla sessualità, che percepisco come nota stonata in un contesto dove le priorità mi sembrano altre. Ma questa è una percezione molto personale e siccome si va a toccare la sensibilità del lettore più che mai, ognuno vivrà questo testo in modo diverso.

Il romanzo ha una particolarità, da una parte è dolce e delicato, dall'altro forte e persistente, insomma, proprio il riflesso della sua protagonista.

Rossa non è una lettura proprio leggera, nonostante la scorrevolezza nasconde un abisso di spunti di riflessione. Se volete leggerlo, preparatevi a sfoghi e desideri di una ragazza che lotta per la vita.


quasi ❤❤❤❤

TRAMA

Rossa è la sua guerra. Rossi i suoi capelli. Rosso il sangue della sua lotta contro un nemico che si rivela quando ha quindici anni. Rossa è la chemioterapia. La storia vera della battaglia di una ragazza, non importa contro cosa e contro chi. L'obiettivo è vivere. Una guerra estenuante, senza esclusione di colpi. Una bambina si fa donna, ma il rito di transizione non è una passeggiata. Proprio no. Il nemico è doppio e lei è costretta a combattere contro il tumore e contro l’adolescenza. Finché uno dei due diventerà suo alleato. Il tumore.

1 commento:

  1. Non conoscevo questo libro, ma sia la cover sia la trama mi hanno rapita. Ho letto la tua recensione con molta curiosità e penso che "Rossa" possa piacermi, perché amo le storie che hanno qualcosa da trasmettere. Grazie per avermi fatto scoprire questo libro!

    RispondiElimina

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ