social



http://peccati-di-penna.blogspot.it/    http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/info.html

Post recenti

https://i.pinimg.com/originals/24/30/32/243032bb044d61a2bd5f0c9614bf779f.jpg

GIVEAWAY 2 ----------------------> GIVEAWAY 3
 https://i.pinimg.com/originals/77/52/e3/7752e3c1d0acacfdf7c542dde216e0b1.jpghttps://i.pinimg.com/originals/ae/64/55/ae64553247c40117076a8a8eb97ea8dd.jpg

11 aprile 2017

RECENSIONE - Birthdate di Lance Rubin (Denton Little #2) | DeA

TITOLO: Birthdate (Denton Little #2)
AUTORE: Lance Rubin
EDITORE: DeA

Birthdate riprende la storia di Denton Little, il ragazzo sfuggito alla sua data di morte e catapultato in un mondo di misteri.
Il libro non poteva iniziare meglio perché ci troviamo immediatamente nel pieno della storia.
Un punto a favore dell’incipit che non ci lascia in sospeso e parte con vigore presentandoci le prime grandi novità.

Le vicende del giovane Denton tessono una spy-story che gioca sulla fantascienza con le relative previsioni di morte. La storia resta originale, surreale come mi è apparsa in Deathdate, ma sempre avvincente e dinamica. Tra i temi di questo fantasy contemporaneo abbiamo: la famiglia, l’amicizia e i primi amori, oltre al legame vita-trapasso che è alla base del testo di Lance Rubin.

La politica e gli interessi economici fanno capolino da dietro le quinte, il mondo si divide tra coloro che vogliono sapere quando moriranno, quindi la loro deathdate, e coloro che vogliono restare all’oscuro e non vivere con la presenza ingombrante di un numero fatale. Avrei voluto sapere di più sulla genesi delle previsioni di morte, l’elemento scatenante, il come mai sia stato accettato un sistema del genere, il verificarsi delle prime opposizioni e dei primi piani per tornare a quando il dì dell’ultimo respiro era davvero un mistero, etc.  
Inoltre, che le previsioni si basino su biologia e astrologia mi ha un po’ destabilizzato, l’idea di prevedere una dipartita è già molto spinta anche per un fantasy e se posso accettare un calcolo delle probabilità basato sulla biologia, ma il fondarsi anche sull’astrologia mi spiazza e confesso di aver cercato di arginare le mie perplessità in merito per godermi il romanzo.
Forse è un problema mio che proprio non riesco a concepire l’idea di conoscere la data precisa della propria scomparsa, insomma... come si può prevedere un incidente con la biologia e l’astrologia? Se non si riesce a trovare una spiegazione valida forse meglio rimanere vaghi e non dare motivazioni poco plausibili. Ma ovviamente è sempre una percezione personale, magari chi sente negli astri un’energia particolare può accettare tale binomio.
Sicuramente, continuo ad adorare il modo di raccontare di Lance Rubin e come caratterizza i suoi personaggi, così diversi, così ben tratteggiati, così divertenti. Anche i dialoghi brillanti donano al romanzo quella marcia in più che rende la lettura vivace ed entusiasmante.
Tra i miei personaggi preferiti, oltre Denton, c'è Paolo. Il loro duo è imbattibile. Mentre il soggetto gradito meno è la madre del protagonista: troppo ambigua.
Concludendo, mi è piaciuto un pizzico in più Deathdate rispetto a questo seguito, ma ritengo Birthdate comunque una bella lettura in cui l’autore ha avuto il coraggio di porre come elemento centrale la morte rendendola tollerabile agli occhi dei personaggi che non solo non la temono, ma la accettano.
❤❤❤❤❤

TRAMA

Denton Little non è ancora morto! In un mondo in cui tutti conoscono la data della propria morte fin dalla nascita, Denton è l’unico ad aver superato indenne il giorno fatidico. Non sa perché proprio a lui sia capitato questo straordinario destino, sa solo che ora tutti lo cercano. La sua famiglia, il suo migliore amico Paolo, e Veronica, la ragazza che ha baciato poco prima di darsi alla fuga e che non riesce a togliersi dalla testa. Persino la polizia lo sta cercando. Lui è la prova vivente che è possibile scampare alla propria data di morte, e ora tutti vogliono un pezzo di Denton Little.
Questo è decisamente un problema, soprattutto perché il Governo preferirebbe ucciderlo piuttosto che ammettere l’anomalia del sistema. Come se non bastasse, mancano pochi giorni al decesso di Paolo. Proprio adesso che il poveretto si è reso conto di essere follemente, perdutamente innamorato di Millie, l’unica ragazza al mondo che non potrà mai ricambiare i suoi sentimenti. Tra fughe rocambolesche e amori impossibili, Denton cerca di salvare gli amici e smascherare i nemici. Ma come si comporterà ora che non conosce più la data della propria fine e la morte può incombere in ogni momento?
Dalla penna di Lance Rubin, il brillante sequel di Deathdate. Un romanzo dal ritmo mozzafiato e dallo stile affilato dove anche la morte è un’avventura emozionante.

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ

https://i.pinimg.com/originals/b5/03/36/b503369c35efae10ddc722abfc6b42b5.jpg
Giveaway 1 - pacchetto romance - (1 cartaceo + 4 ebook) QUI
Giveaway 2 - pacchetto Narrativa-Storico-Rosa (1 cartaceo + 2 ebook) QUI