social



http://peccati-di-penna.blogspot.it/    http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/info.html

Post recenti

https://i.pinimg.com/originals/24/30/32/243032bb044d61a2bd5f0c9614bf779f.jpg

GIVEAWAY 2 ----------------------> GIVEAWAY 3
 https://i.pinimg.com/originals/77/52/e3/7752e3c1d0acacfdf7c542dde216e0b1.jpghttps://i.pinimg.com/originals/ae/64/55/ae64553247c40117076a8a8eb97ea8dd.jpg

14 giugno 2016

RECENSIONE - La ragazza nel parco (The Ex) di Alafair Burke

TITOLO: La ragazza nel parco
AUTORE: Alafair Burke
GENERE: Thriller

Salve peccatori oggi vi parlo di: La ragazza nel parco. Ho letto un paio di thriller Piemme e devo dire che nessuno mi ha delusa fino a ora.
Il romanzo ha come protagonista Olivia Randall un avvocatessa in gamba ma che non si può definire un esempio di moralità né una bella persona. Il suo personaggio ci è presentato subito come ostile, dedito alla carriera più che ai rapporti umani se non occasionali e professionali, ha una sola amica ed è proprio per questa sua asocialità che la prima esperienza in uno studio legale va in malora dopo anni di fatiche.
Nuovo lavoro, nuova vita, e Olivia si ritrova a seguire un cliente che fa parte di quel passato che tanto la fa sentire in colpa… sarà fredda ma i sensi di colpa la attanagliano, un lato umano quindi lo possiede, seppur in profondità, ed è per rimediare ai torti commessi che accetta il caso dove è imputato il suo ex fidanzato, con il quale non si è lasciata per niente bene. Un ragazzo e poi uomo definito buono, bravo, retto, ma è possibile che tanta “santità” nasconda un lato oscuro?

Ho seguito le indagini con grande trasporto, le situazioni passate e presenti sono connesse in modo eccezionale, ogni persona è collegata all’altra e ogni azione corrisponde a una reazione… è messo molto in evidenza il rapporto di causa effetto e qui gli effetti si espandono su larga scala e nel tempo. 
Tante teorie sul chi abbia fatto, ucciso, incastrato, su chi sia davvero il colpevole, ammesso ve ne sia uno, nessuno, centomilaOgni ragionamento è esposto e il lettore è partecipe al 100%, io mi sono sentita davvero dentro questa storia e ho iniziato come Olivia a produrre mille pensieri.
Abbiamo molteplici personaggi, tutti ben delineati e quando si pensa di aver compreso la loro indole, accade qualcosa che mette in dubbio ogni certezza. In particolar modo sono tre i personaggi su cui ho concentrato la mia attenzione: Jack l’accusato, Buckley figlia dell’accusato, Charlotte miglior amica dell’accusato. Secondo me i personaggi più forti oltre Olivia e capaci di attirare fortemente il lettore.
Un personaggio marginale ma che sul finale, in dibattito, mi conquista è l’assistente procuratore distrettuale Scott Temple che si vede e si sente poco ma che verso l’epilogo sfodera gli artigli e mostra anche un discreto fascino derivanti dalla sua sicurezza e autorità. Questo è il tipico caso di quando un personaggio secondario con poche scene riesce comunque a farsi apprezzare.
«Sei una brava persona, Scott Temple, anche quando provi a fare lo stronzo.»
«Te ne sei accorta solo adesso?»
«Ascolta, so di non essermi comportata nella maniera più corretta durante questo caso, ma dobbiamo parlare…»
Mi è piaciuto anche un inserimento alla Gossip Girl in questo romanzo, ovvero un sito che permette alle persone di segnalare gli avvistamenti dei VIP, un portale che poi gioca anche un ruolo rilevante così come un libro: Otto giorni prima di morire.

Il finale, dove tutto viene svelato lasciando anche un po’ sorpresi ma non sconvolti, mi è piaciuto per quanto riguarda la risoluzione del caso ma non per quanto riguarda strettamente Olivia: in un certo senso viene meno ciò che è… lei che da giovane ha scatenato una reazione a catena per il suo modo d’essere distaccata ed egoista, cambia dopo questo caso in modo considerevole, forse troppo, e non so se questa trasformazione tanto forte sia stata proprio giusta per il suo personaggio… Ma questa è una considerazione molto personale e ci si potrebbe riflettere e parlottare su ma eviterei per non spoilerare.
Nella mia testa, i sentimenti portavano a prendere decisioni sbagliate.
Lo stile dell’autrice è molto scorrevole, mai complesso, quindi anche se con intrecci ben elaborati, il testo fila egregiamente.

Concludendo: La ragazza nel parco mi è piaciuto molto e mi sento di consigliarlo.

❤❤❤❤❤

TRAMA

Quando Olivia Randall, avvocato newyorchese, viene svegliata da una telefonata, non ha idea di chi sia la ragazzina che, dall’altro lato della cornetta, la implora di aiutarla. Ma basta un nome a farle capire. Jack Harris. Il famoso scrittore, padre della ragazzina, accusato di omicidio e ora in cella, in attesa di processo. Jack Harris è un nome che dice troppe cose a Olivia: perché Jack e Olivia hanno un passato. Un vecchio amore finito male vent’anni prima. Un amore di cui lei porta ancora dentro i segni e forse la colpa di aver lasciato che le cose andassero come sono andate. Di fronte alla richiesta della figlia di Jack, Olivia sa che non ha altra scelta. Aiuterà Jack. A costo di lasciare che lui dia sfogo a una vendetta tenuta a bada per tutti questi anni. Jack non ha un alibi, non ha testimoni, e non ha un motivo plausibile per essere dov’era quando qualcuno ha fatto fuoco nel parco, ammazzando tre persone. E ben presto Olivia sarà costretta a chiedersi se Jack sia davvero innocente, e non la stia manipolando… Bestseller in America, La ragazza nel parco è un thriller psicologico che entra silenziosamente nella mente del lettore; un romanzo dal ritmo serrato e dalla suspense irresistibile che vi lascerà col fiato sospeso.

English small-Review
TITLE: The Ex
AUTHOR: Alafair Burke

25817395A thriller that I really liked and where the cause and effect relationship is emphasized and what has happened in the past affects the present. Many plots, many doubts and theories that are well exposed to the reader who feels fully participant. The characters are varied and characterized, the strongest are obviously Olivia, Jack (accused), Buckley (daughter of the accused), Charlotte (best friend of the accused). Towards the end of the story, it takes appreciation also points the Assistant District Attorney Scott Temple (rarely seen but when there, he emerges). A final non-shattering, but perfect, that leaves anxiety in the reader for Olivia that after the cause varies widely becoming what he wanted to be: a woman with feelings.

Sliding and clear writing, never heavy, despite the combination of situations and elements.

I recommend it, it is a novel that involved me so much, I hope you also passionate about it.


 ❤❤❤

SYNOPSIS

Widower Jack Harris has resisted the dating scene ever since the shooting of his wife Molly by a fifteen-year-old boy three years ago. An early morning run along the Hudson River changes that when he spots a woman in last night’s party dress, barefoot, enjoying a champagne picnic alone, reading his favorite novel. Everything about her reminds him of what he used to have with Molly. Eager to help Jack find love again, his best friend posts a message on a popular website after he mentions the encounter. Days later, that same beautiful stranger responds and invites Jack to meet her in person at the waterfront. That’s when Jack’s world falls apart.

 Olivia Randall is one of New York City’s best criminal defense lawyers. When she hears that her former fiancé, Jack Harris, has been arrested for a triple homicide—and that one of the victims was connected to his wife’s murder—there is no doubt in her mind as to his innocence. The only question is who would go to such great lengths to frame him—and why?

 For Olivia, representing Jack is a way to make up for past regrets, to absolve herself of guilt from a tragic decision, a secret she has held for twenty years. But as the evidence against him mounts, she is forced to confront her doubts. The man she knew could not have done this. But what if she never really knew him?

3 commenti:

  1. "La ragazza nel parco" è un thriller che mi piacerebbe leggere. Grazie alla tua sincera e precisa recensione, sono ancor più convinta della validità del romanzo. Un saluto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, spero piaccia anche a te ^-^

      Elimina
  2. La recensione mi ha incuriosita molto. Mi piacerebbe leggerlo :)

    RispondiElimina

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ