social



http://peccati-di-penna.blogspot.it/    http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/info.html

Post recenti

https://i.pinimg.com/originals/24/30/32/243032bb044d61a2bd5f0c9614bf779f.jpg

GIVEAWAY 2 ----------------------> GIVEAWAY 3
 https://i.pinimg.com/originals/77/52/e3/7752e3c1d0acacfdf7c542dde216e0b1.jpghttps://i.pinimg.com/originals/ae/64/55/ae64553247c40117076a8a8eb97ea8dd.jpg

22 dicembre 2015

RECENSIONE - Assurde cronache dell'apocalisse di Carlotta Pollini

TITOLO: Assurde cronache dell'apocalisse
AUTORE: Carlotta Pollini
EDITORE: Inspired Digital Publishing

http://1.bp.blogspot.com/-AXOc1AEZbsg/VmgjwEBI-BI/AAAAAAAAHY0/_Kcv0_jQEjI/s1600/Cover_ACA.jpg
Eccomi qui a parlare di un romanzetto che proprio non mi aspettavo e ho trovato carino, carino, carino. Non doveva essere tra le mie letture ma in poche pagine si è fatto strada e.. ta daaaa, letto e recensito.

Se vi piacciono i romanzi tema zombie, molto attuali, con un pizzico di sangue ma anche umorismo, questo fa proprio al caso vostro.

Il nostro protagonista si risveglia zombie e str****, forse era str**** anche in vita ma ciò non toglie che sia un non-morto decisamente contro corrente: molto lucido, attivo e indisponente... ah e ovviamente divertente. Non il solito "The Walking Dead". Isacco, questo è il suo nome, ha un carisma eccezionale così come la sua nemesi dalla lingua lunga, una medium che gli farà perder la testa... forse in tutti i sensi, di certo lei lo istiga un bel po'. Ma non pensate a niente di sdolcinato perché non troverete miele qui, al massimo birra e salsiccia a colazione.
I personaggi sono vari e si distinguono nettamente gli uni dagli altri, sono ben delineati e, come anticipato, abbiamo lo zombie irriverente, la sensitiva isteria, fantasmi vari, coinquilini fin troppo amichevoli e un tantino fifoni, e medici sfigati. Con un fritto misto così, piatto ricco mi ci ficco, no? Davvero sono rimasta entusiasta di questo testo, non è proprio una lettura natalizia ma dà una sferzata di energia. I dialoghi, o meglio i battibecchi, sono vivaci, elettrici, e la narrazione scattante e dalla scrittura leggera.
“È la prima volta che sei sincero con me, totalmente sincero”.
“E questo ti rende felice?”, chiesi, incapace di afferrare quel ragionamento.
“Molto!”
“Non capisco”.
“Vuol dire che ti fidi di me”, ne era soddisfatto.
“Veramente è stato involontario”.
“Va bene! Ti sfido a fidarti di me!”
“Va bene! Sono morto”.
Silenzio.
“Questo lo immaginavo... prova con altro!”, incoraggiò.
“Ma non sto scherzando. Sono morto davvero!”
“Sì, sì. Lo so. Raccontami qualcosa che non so”, sollecitò particolarmente entusiasta.
“Ma sei impazzito?”, gli avevo appena detto che ero morto e quel pazzo non se ne preoccupava affatto, anzi, per dirla tutta, sembrava proprio non mi credesse e poi vendeva fiducia e via discorrendo? Ed ero io quello strano!
Isacco non ricorda nulla del suo passato, non gli interessa, lui pensa solo a godersi la sua non-vita e a dare la caccia agli spettri con la sua improbabile nuova amica. Ma questa quotidianità non può durare per sempre perché altri morti-viventi sono dietro l'angolo a masticare teste, e non si sa chi li stia creando e per qual motivo.

Nonostante il romanzo si fermi sul più bello con l'apocalisse zombie in sospeso, non mi sento amareggiata da questo finale perché la lettura mi ha soddisfatta, è stata così piacevole, originale, spiritosa, che mi ha lasciato davvero bene (ci siamo salutate amichevolmente XD) e sono curiosa di scoprire che fine farà il mondo e che sorte toccherà a Isacco e ai suoi compagni di sventura.

Complimenti a Carlotta Pollini, la penna femminile che ha reso bene e in modo efficace un personaggio maschile donandogli un pizzico di sfacciataggine, ironia, e fascino da bad boy... zombie.

❤❤❤❤❤

TRAMA

AAA Cercasi zombie per possibile Apocalisse.
Requisiti minimi: pulizia, capacità di lavorare in gruppi
numerosi, serietà. Astenersi perditempo e vivi.

E se una mattina ti svegliassi e realizzassi di essere morto? Come reagiresti? Isacco si risveglia in un obitorio e, dopo aver derubato il medico che stava per effettuare l'autopsia, scappa. Privo di qualsiasi ricordo e scarsamente dotato di una certa moralità, per le strade di Firenze incontra un ragazzo disposto ad aiutarlo: gli offre ospitalità e un porto sicuro. E quando Isacco gli rivela la sua vera natura di morto vivente, il coinquilino, affatto sconvolto, lo accompagna da Camilla, la sensitiva più potente di tutta l’Europa.
Finisce per diventare lo zombie assistente della medium instaurando un rapporto basato su acidi gastrici mortali e minacce di motoseghe. I loro destini sembrano intrecciarsi sempre più tra bizzarri incontri con vecchie medium pazze, incarichi di disinfestazione spirituale e fantasmi da guardia. Mentre alle loro spalle si delinea il profilo di un uomo calvo che sta per scatenare un'apocalisse di riti voodoo... forse…

1 commento:

  1. Letta la recensione, sono felice di averlo acquistato. Il titolo era troppo accattivante ;)

    RispondiElimina

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ