22 ottobre 2015

BLOGTOUR - Dentro il silenzio: Identikit personaggi (tappa 10)


Salve peccatori, oggi vi presento i personaggi di Dentro il Silenzio, così come li ho immaginati, più o meno, ovviamente...

Dentro il silenzio di Beira Raven
Urban Fantasy, Self-Publishing, eBook 1,99 € pagine165

TRAMA
Ailios Lynch era una Banshee, spirito immortale protettore delle famiglie.
Quando il destino le affidò i Kavenaught, lei ancora non sapeva nulla dell'amore devastante e non ricambiato che avrebbe provato per il figlio della coppia, Eoin. Soltanto una tragedia avrebbe potuto porre fine alla sua passione, punendola con il peggiore dei castighi: la perdita della voce.
Molti anni dopo, Ailios vive nel XXI secolo, eternamente giovane e dai capelli tinti di rosa, e al suo fianco ha Alex, un'amica sincera. Alex, però, non sa nulla della vera Ailios e non sa nemmeno che il suo stesso fidanzato, Allen, ha un oscuro segreto da nascondere. Sarà l'incontro dell'immortale dai capelli rosa con Allen e suo fratello John a cambiare del tutto le carte in tavola. Un romanzo che si snoda tra omicidi ed Esseri misteriosi, menzogne e verità, unendo la luce della modernità al fascino del più antico folklore celtico.

PERSONAGGI

 
Emilia Clarke
Avevo pensato a Emilia Clarke per Ailios... 

ma siccome era stata già nominata (oddio sembra il GF) in una tappa ho pensato di cambiare con la mia seconda scelta che comunque mi par calzar bene il ruolo di Banshee e lei si presenta da sola...

 
 

Io sono Ailios ed ero una Banshee.






Natalie Dormer
Se doveste fare una ricerca sulla mia razza scoprireste che siamo spiriti del folklore irlandese, protettrici di famiglie e che famose sono le nostre urla, la nostra disperazione.
Il grido di una Banshee è udibile a molte miglia di distanza. Se nella nostra terra natia vi metteste in ascolto, un giorno, e aveste l’opportunità di capitare in un qualche tramonto di vita, potreste sentire il nostro pianto e percepire i nostri singhiozzi.
Le nostre urla vi percuoterebbero l’anima.




Sophia Bush
Alexandra è l'amica super spigliata di Ailios, talmente socievole che compensa il silenzio della povera Ailios. L'avventura inizia con il loro incontro... una bella rimpatriata e... sapete, Alexandra si è fidanzata con un tale... ma vi dirà lei di più...







Comunque si chiama Allen, è sexy da morire, rasato e muscoloso al massimo». Una pausa seguì quella descrizione, mentre, se possibile, lo sguardo della ragazza diventò ancora più brillante. «Ed è tutto mio!». Senza quasi rendersene conto, pensò Ailios, Alex cominciò a girare su se stessa come una bambina e a lanciare urletti di gioia.


Passiamo ai maschioni, Allen e John... io preferisco Allen, mi trasmette un senso di sicurezza.
«Dai, muoviti, idiota!». Le grandi spalle irrigidite per il freddo, le mani infilate dentro le tasche, John Cooper camminava per le strade della città piovosa, spedito. Il fratello maggiore a pochi passi dietro di lui, cercava in ogni modo di stargli dietro, ma non ce la faceva. Voltandosi verso Allen, John continuò a camminare all’indietro, inarcando un sopracciglio e urlando nella sua direzione.
«Siamo in ritardo e tu sembri avere dei sassi attaccati ai piedi».
Il grugnito del fratello era prevedibile e udibile anche a quella distanza. I ragazzi li stavano aspettando al locale, erano già in ritardo, e lui non vedeva l’ora di tracannarsi una media chiara tutta d’un botto, nella loro prima serata libera da tempo. Se avesse continuato di quel passo, avrebbe abbandonato il fratello in mezzo alla strada senza porsi molti problemi.
«Ho sempre avuto un fratello minore rompipalle o questa è una novità dell’ultimo momento? Sono stanco, va bene?». Il tono di Allen non fece impietosire John.

Austin Stowell e Ryan Guzman
«Non hai più il fisico per certi allenamenti, vecchio» sbottò John. Allen non era tanto più grande di lui. Solo quattro anni li separavano, ma molto spesso credeva di essere lui, John, il fratello maggiore. Allen non era una cattiva persona, presumibilmente era anche uno dei migliori soldati in circolazione, ma aveva molti difetti che John considerava davvero insopportabili e molto irritanti. La puntualità, ad esempio, che il fratello minore considerava davvero importante per la società moderna. 

Allora, che ne dite? Voi come li immaginate? Per me è sempre difficile dare un volto ai personaggi dei libri che leggo, ma ci ho provato :)

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ