social



http://peccati-di-penna.blogspot.it/    http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/info.html

Post recenti

https://i.pinimg.com/originals/24/30/32/243032bb044d61a2bd5f0c9614bf779f.jpg

GIVEAWAY 2 ----------------------> GIVEAWAY 3
 https://i.pinimg.com/originals/77/52/e3/7752e3c1d0acacfdf7c542dde216e0b1.jpghttps://i.pinimg.com/originals/ae/64/55/ae64553247c40117076a8a8eb97ea8dd.jpg

5 maggio 2015

SEGNALAZIONE - Conigli e boa di Fazil’ Iskander

FAZIL’ ISKANDER - CONIGLI E BOA - Storia metaforica sulla natura degli esseri umani. Oltre a essere maledettamente intelligente, molto divertente. La favola degli animali come riflessione sulla società.

TITOLO: Conigli e boa 
AUTORE
: Fazil’ Iskander
EDITORE: Atmosphere Libri
GENERE: Narrativa
PREZZO: cartaceo 14 €
TRAMA
Che cosa accadrebbe nel Regno dei conigli e nel Regno dei boa se un giorno un semplice coniglio cominciasse a ragionare con la propria testa e mettesse in dubbio secolari usanze di morte? Quali conseguenze potrebbe scatenare il suo tentativo di ribellarsi allo status quo? Un giorno il Ponderatore, un coniglio con il compito di meditare sulle cose, si rende conto per caso che i suoi simili si lasciano inghiottire dai boa perché impietriti dal terrore, non per la capacità dei serpenti di ipnotizzare le proprie vittime. Ma proprio chi dovrebbe essere felice di quella scoperta, il Re, vuole che le cose restino invariate. E se quella menzogna e il terrore nella sua forma più subdola fossero l'unico modo di mantenere il potere e l'equilibrio fra le specie? In Conigli e boa Fazil' Iskander ci presenta un apologo ironico, una favola filosofica sui rapporti fra il potere e le persone, fra terrore e realtà, fra verità e menzogna. Paragonato per toni e ispirazione alla Fattoria degli animali di George Orwell, è diventato un classico pedagogico fin dai tempi della sua pubblicazione di clamoroso e inaspettato successo.

Utilizzando la tradizione russa del racconto come forma di critica sociale, Iskander introduce il lettore alla vera società sovietica attraverso due gruppi di animali - i conigli e i serpenti, i deboli e i forti.


NOTIZIE SULL'AUTORE

Nato nel 1929 a Suchumi, Repubblica autonoma sovietica dell'Abkhasia. È autore di numerosi racconti, romanzi e romanzi brevi, fra cui i celebri La costellazione del Caprotoro (Sellerio, 1988), Oh, Marat (Sellerio, 1989), Il tè e l'amore per il mare (e/o, 1998) e Sandro di Cegem (Einaudi, 1998). È da poco uscito per Salani L'energia della vergogna (2014). Iskander ha ricevuto il Premio Puškin (1993) e il Premio Triumph (1999), il Premio letterario Ivan Bunin (2013). Nel 2010 è stato insignito in Russia del Premio Ordine al Merito per la Patria. Nel 2013 è stato nominato per il Premio Nobel. Vive a Mosca. Conigli e boa fu pubblicato nel 1982 dapprima in russo negli Stati Uniti e solo qualche anno più tardi in Russia.

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ