5 marzo 2014

SEGNALAZIONE - World Zapping; Racconti di viaggio di Roberta Melchiorre e Fabio Bertino

Worldzapping racconta di viaggi e, soprattutto, di incontri in diversi paesi del mondo. Incontri a volte casuali altre volte cercati, in alcuni casi emozionanti in altri deludenti, istruttivi o sorprendenti. Ne risulta una galleria di personaggi molto diversi fra loro, ognuno dei quali narra la propria storia o è al centro di una vicenda. Undici piccoli reportage, arricchiti da fotografie, immagini, links, video e file musicali, i cui protagonisti sono via via un impiegato di banca del Burkina Faso, una coppia di anziani turkmeni, un albergatore laotiano, due addetti alla Transiberiana, un ex guerrigliero italiano in Mozambico, una etologa inglese, un suonatore di didgeridoo, una ragazza armena, un’attrice dell’Opera di Pechino, una regina del Camerun, un puparo catanese. Brevi racconti di viaggio che, nel loro insieme, spiegano la ragione di fondo che spinge ogni viaggiatore a ricercare sempre nuove destinazioni: la fantastica varietà che rende il mondo un luogo meraviglioso da scoprire.

Titolo: World Zapping. Racconti di viaggio.
Autori:
Roberta Melchiorre e Fabio Bertino
Editore:
goWare
Collana:
Guide d’autore
ISBN:
9788867971404
Prezzo:
€ 4,99
TRAMA
Dalle email appaiono come “Roberta e Fabio”, nell’indirizzo si cela però un più amichevole “bobbie_fabio”, tuttavia la firma che suggella il testo è sempre “Fabio e Roby”. 
Ma chi è “Fabio e Roby”? Distinguerli non è facile. Capita che uno cominci una frase e l’altro la finisca, o che parlino all’unisono. Un viaggiatore con due teste, quasi un nuovo mostro mitologico. 
Di certo “Fabio e Roby” è quasi l’unica persona seria – i maligni dicono: docenti inclusi – che abbiamo incontrato nei laboratori di scrittura della nostra Scuola del Viaggio. “Fabio e Roby” ama davvero la scrittura e ama davvero il viaggio. L’entusiasmo e la serietà del suo insistere nel conoscere le persone, nell’entrare in casa di qualcuno, nel capire e nel raccontare, ne fa prima un perfetto allievo e poi un perfetto narratore. 
E così è uscito questo primo libro, scritto ovviamente in prima persona singolare, perché “Fabio e Roby” sono come Simon e Garfunkel, Cochi e Renato, i coniugi Curie. “Fabio e Roby” è qualcuno che ha trovato nel viaggio l’unità del sentire e del vivere insieme un’esperienza che può essere indimenticabile. 
Dal Burkina Faso alla Transiberiana, da Alice Springs a Catania, da Yerevan a Pechino, il tratto distintivo di questi brevi racconti è la curiosità di leggere una storia dietro un simbolo, di trovare una vita dietro un viso, di scoprire una regola dentro il caos e poi di raccontare tutto ciò con semplicità, senza fronzoli, senza mettersi troppo in mostra: puro spirito di servizio.
La penna sa mettere ordine in questo marasma di percezioni che è il viaggio e forse, per “Fabio e Roby”, è anche il migliore trait-d’union per due vite.


Autori

Roberta Melchiorre, dopo un’infanzia “nomade” tra Piemonte e Liguria, si stabilisce con la famiglia a Vignale Monferrato, paese noto per la danza e il vino. Si laurea in Lingue e letterature straniere con indirizzo slavistico e inizia a viaggiare negli anni dell’università, vivendo per lunghi periodi a Mosca e a San Pietroburgo. Quando incontra Fabio, inizia un sodalizio di vita e di viaggi che dura ancora oggi. Si occupa di progetti internazionali al Politecnico di Torino e, da qualche anno, è una felice insegnante volontaria di italiano per stranieri ad Alessandria.

Fabio Bertino nasce a Torino, dove trascorre l’infanzia con continue fughe sulle colline di Montemagno d’Asti. Lavora come impiegato e, ottenuta la laurea in Economia e commercio, cerca di rimediare con quella in Antropologia culturale. Dopo alcuni viaggi in solitaria, incontra Roberta e insieme iniziano il loro personale giro del mondo.

Roberta e Fabio vivono fra Torino, Alessandria e il “loro” Monferrato. Condividono le passioni per la scoperta del mondo, la scrittura di viaggio e la fotografia. E la naturale conseguenza di queste passioni sono appunto questi racconti.

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ