social



http://peccati-di-penna.blogspot.it/    http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/info.html

Post recenti

TENTATE LA FORTUNA! Questo Natale potreste avere regali extra! 3 giveaway con cartacei ed ebook!

10 dicembre 2013

FILM - Thor The Dark World


Thor: The Dark World è un film del 2013 diretto da Alan Taylor.

TRAMA
Molte migliaia di anni fa Bor, padre di Odino, sconfisse in una sanguinosa battaglia gli Elfi oscuri, una razza guidata dal malvagio Malekith che voleva impossessarsi dell'Aether, un materiale fluido dotato di un potere enorme ma molto oscuro. Sulla Terra anche Jane sta cercando di dimenticare Thor, ma una scoperta sensazionale glielo impedisce: in un edificio di Londra lei, Darcy e il nuovo stagista Ian scoprono un punto in cui la gravità sembra interrompersi. Jane viene risucchiata da questo strano fenomeno e viene portata nel mondo oscuro, dove l'Aether riesce a entrare in lei. Ritornata sulla Terra, Jane incontra Thor, giunto lì in quanto Heimdall, il guardiano del Bifrost capace di vedere in ogni angolo dell'universo, gli aveva detto che era sparita. Il guerriero scopre quindi che l'Aether è entrato in lei e la porta su Asgard, in modo che la superiore scienza del suo mondo la curi. Odino, tuttavia, riconosce che la ragazza è condannata, mentre Frigga stringe un buon rapporto con lei. È a questo punto che gli Elfi oscuri si risvegliano decidendo di portare a termine la loro vendetta, Malekith giunge sino alla sala del trono di Odino e, dopo essere stato ferito da Frigga, la uccide sotto gli occhi di Thor e Jane. I guerrieri, grazie all'aiuto di Loki (liberato da Thor in cambio della vendetta per Frigga, cui entrambi tenevano moltissimo), riescono ad uscire da Asgard e a giungere nel mondo oscuro, dove i due fratelli, grazie ad uno stratagemma, cominciano a combattere con Malekith e gli altri elfi, ma questi, estratto l'Aether dal corpo di Jane, tornano sulla Terra in modo da sfruttare l'allineamento imminente dei nove regni (la causa degli strani fenomeni rilevati da Selvig e Jane stessa) e compiere la loro vendetta.

Fonte: wikipedia



RECENSIONE

Come direbbe il mio fidanzato:  Ma che ca*****!  E come risponderei io: be’ è sempre un film.

Ogni tanto però anche la finzione supera i suoi limiti, ma non per questo il film non mi è piaciuto, sia chiaro, ma magari ai veri fan della Marvel qualcosa non sarà andato giù.

Ci sono incredibili coincidenze, del tipo che Jane trova “oggetto potente” proprio quando questo “oggetto potente” serve ai "malvagi di turno" appena risvegliati in concomitanza dei una convergenza astrale planetaria o quel che è… Di questa storia non ho ben  capito tutto, sarà che non sono una fisica con tre laure e un semi-dio al mio fianco, ma tutta la sceneggiata dei campi è stata ostica, forse alcuni concorderanno nel pensare  che comandare i campi spazio temporali (nonché teletrasportatori tra regni) con un telecomando a manovella e aggeggi piazzati qua e là sia un po’ assurdo. Invece di mettere paroloni, e “scientificaggini” sparse per il film, avrei optato per uno sviluppo migliore oltre che più chiaro agli occhi di uno spettatore che non può rivedere il film subito dopo per capire meglio tutte le scempiate o non scempiate inserite. Probabilmente la falla di questo film sta proprio nella trama e nella sua esposizione.

Tutto sommato le scene di lotta mi sono piaciute, gli attori mi sono piaciuti, e momenti ironici e comici pure, e direi che sono stati i migliori. Le ambientazioni erano molto belle, gli effetti giusti e suggestivi, per quanto riguarda la realizzazione, tecnica, fotografica e scenografica non c’è niente da eccepire, per me un ottimo lavoro.

Parliamo dei personaggi, inutile spendere parole sul protagonista super eroe, il solito eroe, il principe azzurro semi-dio (Odino mi ha un po’ confuso sulla storia della divinità, lo è o non lo è?) che farebbe di tutto per il regno e per l’amata. Io gli eroi classici non li digerisco, preferisco un eroe alla Tony Stark.
Il personaggio che migliore secondo i miei gusti è sicuramente Loki. Mi piace la sua ironia, il suo essere ambiguo e doppia faccia con il cuore sepolto chissà dove nel petto, ma è proprio questo suo fare contorto che tiene ancorata l’attenzione dello spettatore, perché chi guarda il film pensa  sempre a cosa possa fare: tradire Thor? Uccidere Thor? Sacrificarsi?
Come presenza scenica mi è piaciuto “il cavaliere dello zodiaco di Asgard” Heimdall, non potete negare che la pelle scura, gli occhi gialli e l’armatura dorata facciano il loro effetto. Altro personaggio, anche se marginale, particolarmente simpatico è Darcy, seguita da Dr. Erik Selvig e il suo essere contrario ai pantaloni...
Il personaggio più insignificante forse Jane Foster, l’ho trovata completamente insipida, meglio la sua stagista oserei dire.

Con pregi e difetti questo film mi è piaciuto, io non sono una profonda conoscitrice delle storie Marvel ma i film continuano a piacermi, almeno fino ad ora.

Buona visione ★ -


 
Salva

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ