social



http://peccati-di-penna.blogspot.it/    http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/info.html

Post recenti

https://i.pinimg.com/originals/24/30/32/243032bb044d61a2bd5f0c9614bf779f.jpg

GIVEAWAY 2 ----------------------> GIVEAWAY 3
 https://i.pinimg.com/originals/77/52/e3/7752e3c1d0acacfdf7c542dde216e0b1.jpghttps://i.pinimg.com/originals/ae/64/55/ae64553247c40117076a8a8eb97ea8dd.jpg

29 maggio 2017

Chi Ben Comincia #16 - L'amore è una bugia di Patrizia Violi | Giunti

È una rubrica ideata dal blog Il profumo dei libri. Consiste nel postare l'incipit di un  libro in lettura o di uno qualsiasi che abbia catturato il nostro interesse.
Buon lunedì peccatori, iniziamo la settimana con l'incipit di L'amore è una bugia di Patrizia Violi edito Giunti. Pratagonista "una di noi": Elena, intrappolata nella precarietà e nella ricerca del grande amore.

«Ancora un budino al pistacchio, e giuro che è l’ultimo.»
«Quanti ne hai fatti fuori? Più di dieci sicuramente.»
Elena contò la distesa di bicchierini vuoti sul tavolo accanto a lei. Ridendo cercò di nasconderli dietro una pila di tovaglioli. Lorenzo la prese dolcemente per un braccio per allontanarla dal buffet.
«Smetti di abbuffarti: il finger food è una cosa raffinata, solo da assaggiare.»
«Oggi non ho mangiato, ho fame. Il cibo qui è l’unica cosa veramente notevole.»
«Prosecchino?»
Lorenzo agguantò due flûte dal vassoio del cameriere. Ne passò uno a Elena che accettò proponendogli subito un brindisi.
«Grazie per avermi invitata. Oltre a scroccare una cena, è divertente osservare tutta questa gente che si prende troppo sul serio.»
«Per forza, lo showcase per il nuovo album dei Depeche Mode è una roba di marketing pesante…»
«Ma siamo gli unici imbucati?»
«Non lo so, ma non pensarci. Non si nota.»
«Dici?»
Elena si guardò in giro. Gli affamati che si aggiravano attorno ai tavoli, dove era allestito il lussuoso catering, erano pochi. Tutti decisamente più vecchi di lei.

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ