social



http://peccati-di-penna.blogspot.it/    http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/info.html

Post recenti

https://i.pinimg.com/originals/24/30/32/243032bb044d61a2bd5f0c9614bf779f.jpg

GIVEAWAY 2 ----------------------> GIVEAWAY 3
 https://i.pinimg.com/originals/77/52/e3/7752e3c1d0acacfdf7c542dde216e0b1.jpghttps://i.pinimg.com/originals/ae/64/55/ae64553247c40117076a8a8eb97ea8dd.jpg

24 aprile 2017

Chi ben comincia #11 - Pecador: Flor de Cuba di Aura Conte e Connie Furnari | Self

È una rubrica ideata dal blog Il profumo dei libri. Consiste nel postare l'incipit di un  libro in lettura o di uno qualsiasi che abbia catturato il nostro interesse.
Salve peccatori, iniziamo la settimana con l'incipit di un crime romance molto forte uscito di recente nell'universo self, vi lascio a Pecador: Flor de Cuba di Aura Conte e Connie Furnari.

Quello che ogni stronzo su questo pianeta sapeva, quello di cui mi ero sempre vantato, era l’assoluta certezza di non essere mai stato fottuto. Da nessuno. Neppure dalle donne. Ero sempre stato io, a fottere gli altri. Passai la mano sul torace, accarezzando i miei peli. Quella faccenda mi rendeva ansioso, incapace di pensare. Ma era una questione che avrei dovuto portare a termine al più presto, oramai era tardi per tirarsi indietro. Mai donne e bambini. Questa era stata la regola, e l’avevo sempre rispettata, cazzo. Solo pensarci mi faceva stare male, ma non potevo evitarlo. Ero un animale, el Jaguar[ 1], una bestia assetata di sangue, per tutti quelli che mi conoscevano: lo ero dal momento esatto in cui avevo preso in mano quella fottuta pistola, quando ero ragazzino.

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ