social

http://peccati-di-penna.blogspot.it/      http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html      http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni       http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html     http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour      http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/info.html

Post recenti

tag foto 1 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 7

19 ottobre 2018

INTERVISTA FRI19 - Simona Diodovich

Grafica banner originale Rocchia Design

Quattro chiacchiere nel salotto di Peccati di Penna con Simona Diodovich.

Simona Diodovich  nasce a Milano il 17 Aprile 1969, studia come grafica pubblicitaria diventando poi illustratrice a Canale 5 disegnando cover di cd e dvd per A. Valeri Manera. Ha ventinove anni d’esperienza lavorativa nell’editoria.
Benvenuta Simona, quando hai iniziato a scrivere romance e cosa ti ha spinta a farlo?
Bentrovata a te! Ho iniziato con i fantasy, ma io amo cambiare genere o resto sofferente, per cui mi buttai sul romance era il 2014. Devo sempre creare qualcosa di diverso, eh. Il romance resta presente almeno una volta all’anno. È bello poter creare una storia d’amore con un bel lieto fine, riscalda il cuore.

Che tipi di romance ti piace scrivere?
Passo dal romance sportivo, al chick lit, al romantic suspense, al romance puro, erotico. Tutto con una grande documentazione dietro per non incappare in cose sbagliate. Quando parli di pugilato, football americano, vigili del fuoco, devi per forza avere una base di lavoro giusta e dettagliata. A volte ci metto anni prima di scrivere il libro.

Come definiresti la tua scrittura?
Fantasiosa, creativa, scorrevole. Mai è quel che sembra, in un mio libro!

Quali sono i temi che più tratti nei tuoi romance?
I temi trattati? Amicizia, amore, fiducia, lealtà. Traspare ciò che sono io, in effetti. Le basi sono quelle. Certo che poi si può spaziare, non tutto quel che riguarda è cucito sulla mia persona.

Quanto pensi sia importante il lato hot in un romance?
Metto sempre delle scene hot nei libri, dove lo consente il genere, ovvio, ma penso che si possa mettere tutto con eleganza. Basta non cadere nel volgare e nel ridicolo.

Come gestisci la passione nei tuoi romanzi? Ci sono scene velate, esplicite o magari omesse?
Vado a sensazioni. Se in quel determinato libro ci sta la scena esplicita, la metto. Difficilmente ometto la descrizione. E poi sono tutte sensazioni, anche le emozioni dei personaggi influiscono sulla scena, rendendola più o meno hot. Penso che scrivere una bella scena hot, senza incappare nelle medesime scene di altri, senza essere volgare, sia la più bella sfida per un’autrice.

Cosa pensi delle critiche rivolte ai romance? Ti hanno mai criticata? Come hai reagito?
Penso che ognuno sia libero di dire ciò che vuole, con tutta l’educazione possibile. Non mi soffermo molto sul fatto che il romance viene criticato. Esiste una strategia di marketing che dice “parlatene bene, parlatene male, purché ne parliate” resta tutta pubblicità. Da qui capisci la mia reazione. Se una persona non legge romance, va bene. Lo legge e non gli piace? Amen, non si può piacere a tutti. Le piace il romance? Sono felice anch’io.
Non ho ricevuto critiche, almeno per ora.

Nei romance sei #teamlietofine o #teamNOlietofine? Motiva la tua scelta di squadra.
Sai che non ti saprei dire? Ho messo entrambi i finali nei miei libri. Forse ho concluso i libri con più lieto fine, ma è solo una coincidenza. Ripeto, se la storia lo richiede, può anche finire male. Anche se, parliamoci chiaro, i finali positivi sono sempre quelli che riempiono il cuore, no?

Cosa ti aspetti da questo Festival?
So che vedrò di persona amiche su Facebook da tanti anni. So che farò un casino pazzesco per abbracciare tutte, so che sarà una bella opportunità per confrontarsi. So che sul mio tavolo, lungo, largo o piccolo che sia, non ci staranno i miei libri perché ad oggi all’attivo ne ho 22 e sono parecchi i romance. Ma non è questo l’importante. È bello poter partecipare, sentirsi parte di qualcosa di grande e magnifico.

Quali romanzi presenterai/porterai con te al FRI19? Ci saranno anche novità non ancora pubblicate? Cosa troveranno le lettrici e i lettori quando ti incontreranno?
Se riesco porto tutti i romance. Quindi i vigili del fuoco, il football americano, il romantic suspense, il chick lit e il romance puro, con l’erotico. Non sono il tipo che fa segnalibri o altro. Mi inventerò qualcosa di diverso, o non sarei io. Cosa troveranno? Un abbraccio caloroso. Se mi hanno letto in tutti questi anni, meritano il mio abbraccio migliore. Sono cose speciali per ognuna di noi. Sono le belle sensazioni che riempiono il nostro cuore quando butti su carta quel che senti dentro. Avranno il mio sorriso, un abbraccio e magari un caffè. Chi può dirlo, magari mi avanza qualcosa in più da regalare… di sicuro ora dell’anno prossimo avrò scritto almeno un altro romance. Ci sto pensando da mesi.

Grazie Simona, che il FRI19 ti apra le porte su tante rosee novità.
E speriamo sia così davvero. Grazie per avermi accolto nel tuo blog. Un abbraccio anche a te.

2 commenti:

  1. Sarà un evento spettacolare! Vai Simo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà di sicuro bellissimo sì. Ci vediamo lì.
      Grazie Ornella!

      Elimina

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ