social

http://peccati-di-penna.blogspot.it/      http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html      http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni       http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html     http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour      http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/info.html

Post recenti

tag foto 1 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 7

10 maggio 2018

RECENSIONE - Absence L’altro volto del cielo (Absence #2) di Chiara Panzuti | Fazi Editore LainYA

«Ci hai mai pensato?», esordì. «Potresti essere come lei».
«Come una... medusa?».
«Invisibile, ma velenosa. Alcune volte letale».

Inizio questa recensione di Absence vol.2  con una citazione perché è quella che in parte spiega la cover che forse può spiazzare per la particolare combo immagine/testo come è successo proprio alla sottoscritta. Mi è parso strano vedere la medusa e la frase: l'altro volto del cielo, e a voi? Non sono elementi collegati, ma comunque trovano la loro motivazione all'interno del romanzo.
Lasciando l'argomento cover, passerei al romanzo nella sua essenza. Con questo secondo libro, Absence svela in tutta la sua forza la componente sci-fi che allontana completamente il libro dal fantasy contemporaneo. Io quando ho iniziato a leggere la trilogia mi aspettavo qualcosa di più soprannaturale ma qui siamo più vicini alla fantascienza e addirittura allo spionaggio.

Absence L’altro volto del cielo come il suo predecessore parte lentamente e con le stesse dinamiche fatte di coordinate e spostamenti, questo mi stava un po' avvilendo ma poi la storia decolla ed è WOW! Soprattutto nell'ultima parte del romanzo si ha un picco di azione che fa vibrare il lettore, lo fa accendere, lo tiene incollato. Quindi, in sintesi, posso affermare che questo romanzo è più vivo, adrenalinico e drammatico di Absence Il gioco dei quattro e chi ha letto il primo deve assolutamente leggere il secondo, soprattutto se come me era indeciso sulla serie. 

I personaggi si svelano maggiormente, mostrano la loro forza, la loro debolezza, e si tende a rivalutarli. In tutta onestà io non nutrivo particolare simpatia per i personaggi all'infuori dei principali, quindi di Faith, Chistabel, Scott e Jared, ma qui cambiano le carte in tavola. Io non solo ho rivalutato un elemento della squadra Alfa (conosciuta per essere letale), ma mi ha addirittura conquistato e sto parlando di Ephraim il fratello della terribile Abigail! (Colei che vi sparerebbe per uno sternuto.) L'evoluzione, il cambio di rotta di Ephraim mi ha lasciata a bocca aperta e coinvolge anche Faith, la protagonista che lentamente sta diventando una guerriera perdendo la sensibilità che l'accompagnava dall'inizio. Nel prossimo libro mi aspetto di vederla tipo rambo!
“Quello che era rimasto della disperazione si era trasformato in dolore, quello che era rimasto del dolore si era trasformato in rabbia, e la rabbia, alla fine, ero riuscita a inglobarla. Liberazione. O vendetta?”
Per quanto riguarda le location, l'autrice ci porta in giro per il mondo e in questo caso voliamo in Asia tra Singapore e l'isola di Bintain. Uno dei pregi di Chiara Panzuti è quello di spaziare nelle ambientazioni il che la rende originale, permettendo al lettore di conoscere posti nuovi.

Lo stile dell'autrice è semplice ma allo stesso tempo di impatto. Chiara Panzuti ha gran abilità nel formulare passaggi capaci di colpire e restare impressi nella mente, io mi sono ritrovata a sottolineare e prendere nota delle frasi più belle, alcune delle quali ho anche condiviso in questi giorni.

Che altro aggiungere? Rivalità, effetti collaterali e ship che forse vorreste vedere realizzate, saranno con voi fino alla fine di Absence L’altro volto del cielo.

AUTORE

In L’altro volto del cielo, nuovo capitolo della trilogia di Absence, è trascorso appena un mese dall’inizio del gioco insidioso di cui l’uomo in nero tiene le fila, e le coordinate dell’ultimo biglietto conducono Faith e i suoi compagni a Est. L’invisibilità è diventata per Faith, Jared, Scott e Christabel una strana routine, per sopravvivere in un mondo che non ha memoria di loro, e il motivo che li spinge a continuare il viaggio intrapreso per tornare a esistere.
Ma il siero NH1 comincia a indebolire il fisico dei ragazzi e la conquista dell’antidoto si fa sempre più indispensabile. Soltanto Faith sembra resistere agli effetti collaterali e sviluppa un’inaspettata prontezza fisica e mentale. Sotto l’ombra dell’Illusionista e sulle tracce dei biglietti dell’uomo in nero, i ragazzi della squadra Gamma fronteggiano più volte le squadre degli Alfa e dei Beta: il gioco, però, comincia a svelare il suo lato crudele, che non accetta provocazioni né debolezze. Dopo uno scontro violento con una squadra avversaria nella base navale di Changi Bay, a Singapore, Faith scoprirà alcuni risvolti delle regole spietate dell’Illusionista e si troverà faccia a faccia con l’altro volto della competizione e di se stessa. Secondo volume della trilogia, L’altro volto del cielo mette in scena la battaglia interiore che divide Faith tra la lealtà verso i suoi amici e la fascinazione per un futuro da combattente, dimentica di tutti e da tutti dimenticata. A cosa saremmo disposti a rinunciare se ci venisse offerta una nuova possibilità per riaffermare noi stessi? La nostra identità consiste più nel ricordo di ciò che eravamo o in ciò che ancora possiamo essere? Un libro magnetico e profondamente attuale, dove la battaglia più difficile è quella con noi stessi.

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ