social


http://peccati-di-penna.blogspot.it/      http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html      http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni       http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html      http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour      http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/info.html

Post recenti

5 febbraio 2018

SEGNALAZIONE + Mini Intervista - Amagasaka: la Discesa della Sacerdotessa di Sasori | Self

Amanti del Giappone, siete in cerca di letture che affrontino il folclore e i "mostri" del paese del sol levante?  Vi presento Amagasaka: la Discesa della Sacerdotessa e il suo autore Sasori con il quale ho scambiato due chiacchiere.

TITOLO: Amagasaka - La Discesa della Sacerdotessa AUTORE: Sasori
EDITORE: Self
GENERE: Urban Fantasy
PREZZO: ebook 5 € | cart. 12,40 €
PAGINE: 299

TRAMA
Una storia ambientata in un Giappone odierno, moderno ma che profuma di passato, con tracce horror e sovrannaturali ma anche ricco di momenti drammatici, umoristici e quel pizzico di romantico che non guasta mai. Il protagonista, uno straniero misterioso di cui ben poco vien, volutamente, detto, attraversa il Giappone, capitolo dopo capitolo, visitando luoghi sempre diversi e incontrando svariati Yokai, creature del folclore giapponese.
Ogni capitolo può essere letto come una storia a sé stante, ambientato in un luogo reale del Giappone in cui si concentrano le leggende su un determinato Yokai: tra i quali le Maikubi nel piccolo paese di Kozu, il Kosode no Te a Tokyo o il Mikoshinyudo a Nagoya. La trama che guida tutte queste storie, tuttavia, si dipana capitolo dopo capitolo con un finale inaspettato e che non mancherà di stupire il lettore. 
Ogni capitolo si occupa di un diverso Yokai ma l'autore ha volutamente evitato di trattare quelli più famosi (come i Tengu o le Kitsune) per fornire al lettore una panoramica sul folclore giapponese nuova e fresca. Ogni capitolo è ambientato in un luogo realmente esistente del Giappone, visitato personalmente dall'autore. Il protagonista è volutamente privo di descrizioni approfondite, così che il lettore si possa immergere nel racconto sentendosi egli stesso protagonista. I luoghi e le situazioni, oltre a presentare la trama, sono spaccati di vita quotidiana moderna (e, a volte, anche del passato) giapponese, mostrandone la struttura sociale, gli usi e costumi e la società. I co-protagonisti sono figure importanti e approfondite, e tutti riprendono persone realmente esistenti (o esistite) che l'autore ha avuto modo di incontrare o conoscere. I dettagli storici e folcloristici, come le descrizioni dei luoghi, corrispondono a realtà.

Sasori è nato in Calabria nel 1979 ma è sempre stato vagabondo nell’animo: appena compiuti i 18 anni ha iniziato a viaggiare e vivere autonomamente in varie città italiane come Roma, Firenze, Milano e Ravenna. Nel 2009 ha visitato il Giappone per la prima volta e ne è rimasto tanto affascinato da tornarci nel 2013. Da allora è rimasto in Giappone e si è costruito una vita. Autore sul web molto prolifico è il blogger di Un Italiano in Giappone, curatore dello stesso Canale YouTube e della Pagina Facebook. Nel 2017 ha deciso di voler coronare il suo sogno: diventare uno scrittore. Ha così pubblicato autonomamente il suo primo romanzo, Amagasaka: la Discesa della Sacerdotessa.

Pagina Autore Amazon Kindle: https://www.amazon.com/author/sasori
Blog – Un italiano in Giappone: https://italiagiappone.blogspot.com
Facebook: http://www.facebook.com/italianoinjapan

Quando è nata la tua passione per il Giappone?
Quando ero piccolo guardavo quelli che chiamavamo Cartoni Animati e un po’ sognavo il Giappone ma poi perdendo questa passione lo avevo dimenticato. Ci sono andato nel 2009 per la prima volta, giusto per fare un viaggio da qualche parte fuori Italia e... me ne sono subito innamorato. L’emozione più grande... sembrerà stupido ma appena arrivato a Kyoto, uscendo dalla Stazione mi sono come sentito innamorato: ero arrivato finalmente a casa.

Quando ti sei trasferito nel paese del sol levante cos'hai provato? Le tue aspettative sono state soddisfatte? 
Da quando ero rientrato in Italia dopo il viaggio del 2009 non facevo altro che pensare al Giappone e a come mi ero sentito qui. Passavo intere serate a riguardare le foto... quando mi ci sono trasferito ho potuto ammirarlo e scandagliarlo fino in fondo scoprendo... che era vero Amore, il mio. Non è il Paese perfetto, quello non esiste e lo so, ma è il posto che amo e in cui voglio passare il resto della mia vita.

Quale Yokai è il tuo preferito e perché? 
Non so perché ma adoro il Nekomata (che ancora nella Saga non è apparso), forse perché è un gatto (e io adoro i gatti)... ma in fondo, come per il Giappone, non saprei spiegare il vero perché: semplice amore.

Ti rivedi un po' nel protagonista straniero e misterioso del tuo testo?
 Ahah assolutamente no. Anche se ho messo tanto di me in lui, come l’amore per le passeggiate ad esempio, e anche se le varie avventure e i personaggi incontrati sono una rivisitazione di eventi e persone realmente incontrati qui in Giappone io... non sono per nulla eroico.

Hai in programma altre pubblicazioni? 
Sì. In realtà il mio primo libro si chiama Kyoto Segreta ed è pronto da tempo, solo che ho un problema con delle foto. È una sorta di guida turistica della Kyoto magica e leggendaria del passato, dove mostro luoghi, storie e personaggi delle leggende e dei miti. Ogni storia, però, la lego al presente, mostrando com’è ora il luogo narrato tramite una fotografia. Purtroppo uno dei luoghi d’interesse è in restauro e quindi la pubblicazione dovrà attendere. Oltre questo ho già pronto Lo Shintoismo: onorare i Kami. È un saggio sullo Shintoismo, la Religione autoctona giapponese, e ne mostro la storia, le evoluzioni, la teologia e come esso sia vissuto oggi dai giapponesi, quanto influisca sulle loro vite e modo di pensare. Intanto sto scrivendo il seguito di Amagasaka: la Discesa della Sacerdotessa che si chiamerà Zuigudō: il Sentiero nelle Tenebre e, contemporaneamente, ho gettato una bozza di Shinjingūbashi: l’Orrore Dimenticato. Quest’ultimo è il primo libro di un’altra Saga che è sempre ambientata in Giappone, qualche anno dopo Amagasaka e che vede come protagonista un personaggio già incontrato è molto importante della Saga degli Spiriti (quella di Amagasaka e Zuigudō)... non ci saranno Yōkai questa volta ma posso anticipare che la Saga si chiamerà La Saga degli Dei. E poi altro e altro ancora...

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ