social

http://peccati-di-penna.blogspot.it/      http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html      http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni       http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html     http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour      http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/info.html

Post recenti

tag foto 1 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 7

4 gennaio 2018

RECENSIONE - Non ho tempo per amarti di Anna Premoli | Newton Compton Editori

Prima recensione del 2018, proprio in occasione dell'uscita del romanzo Non ho tempo per amarti di Anna Premoli che troverete in libreria da oggi, 4 gennaio. 

Io ho un rapporto complesso con i romance, perché talvolta non hanno un elemento tanto forte da catturarmi. Fondamentalmente, io vado poco d'accordo con i romance, ecco, questa è la verità, ma con Non ho tempo per amarti è stato assurdamente semplice trovare sintonia! Io conoscevo la Premoli di nome ma non di fatto, questo è stato il primo testo che ho letto dell'autrice e sono partita bene.
Con l'incipit ho avuto una sorta di disguido perché la protagonista mi è apparsa insopportabile ed egoista,  quasi ostile con la sua ossessione per il silenzio, per il lavoro e la passione esasperata per il passato... e questo leggendo fino a pagina 20. 
Più che una trentaseienne, Julie Morgan, nonostante i gusti particolari per il vestiario (si parla di unicorni e Puffi) sembra una zitella attempata chiusa al mondo. Non le piace la parola figo, non le piacciono i tatuaggi, non le piacciono i capelli colorati o stravaganti, non gradisce neanche il vestiario strappato, insomma, sembra un tipo abbastanza intollerante e pesante. Il fatto è che lei non è così, eppure dalle prime pagine emerge questo.
Anche le amiche della stesa Julie la definiscono una persona carina, quindi l'atmosfera iniziale creata intorno al personaggio, sinceramente, non l'ho compresa. Forse è stata solo una mia percezione, ma così come ho percepito il personaggio astioso al principio, l'ho percepito più affabile poi.

Julie è una scrittrice di rosa storici e si dichiara una persona romantica quindi dietro la scorza dura c’è un lato tenero che tende a proteggere. Purtroppo il suo romanticismo si è scontrato con la realtà quando ha scoperto che il suo amore era solo un bluff.  Ho fatto fatica a sentirmi linea con la protagonista fino a quando non emerge il suo lato più tenero, spiritoso e insicuro, l'ho trovata più affine, più piacevole e alla fine l'ho apprezzata, con i suoi pregi e i suoi difetti. Il cambiamento avviene quando nella vita di Julie si fa sempre più spazio Terry Graham, 25 anni, Rock Star, vicino rumoroso del piano di sopra. Terry, al contrario, è un personaggio che ispira subito simpatia, non è il bello e dannato, non è il bello e irraggiungibile, ma un ragazzo alla mano, divertente, intelligente, con senso dell'umorismo, che sta al gioco e condivide la stessa follia di Julie, ed è questa follia che riesce ad avvicinarli. Di solito le ragazze sono attratte dai cattivi ragazzi? Forse, ma Terry potrebbe fare eccezione e ammaliare tutte.

Come annunciato sopra,  la protagonista nonostante l'incipit ostile,  inizia a sbottonarsi e a mostrare il suo lato simpatico, un lato che talvolta, però, è forzato e questo non l'ho apprezzato perché le forzature non le gradisco. Esclamazione come “Santo Guacamole” o “Madre di tutti gli unicorni” sono eccessive. Okay che Julie deve apparire un po' bizzarra, ma il troppo stroppia, e il personaggio finisce per diventare caricatura in certi momenti, pochi ma presenti. 

Di questo romanzo mi è piaciuta la relazione che si è creata tra Julie e Terry, così in sintonia, capaci di prendersi in giro, capirsi, trovare un'affinità nonostante le differenze tra i loro mondi. Avete presente la canzone del cartone animato Piccoli problemi di cuore? Ecco, io definirei la relazione tra Terry e Julie un'amicizia che profumava d'amore... da subito.  
Ho apprezzato anche la caratterizzazione dei personaggi secondari, dalla dirimpettaia alle amiche della protagonista che si ritagliano il loro spazietto dando il loro contributo.

Nel romanzo ci sono anche scene già viste da commedia americana: lei che porta lui a casa per le vacanze; lo sminuire di madre e sorella nei confronti della protagonista... e a proposito: diciamo basta a queste famiglie che bistrattano le povere protagoniste! Questa cosa mi fa davvero arrabbiare ogni volta che la ritrovo in un film o un libro. La perfezione non è bellezza e l'amore non si basa sulla perfezione, e Terry ci fa capire anche questo.
Terry si adora, c’è poco da dire: divertente, dolce, sa sempre cosa dire, ha sempre la parola giusta sulla punta delle labbra e mi fa una tenerezza incredibile. Ho amato il suo modo di amare, di far sentire speciale Julie. Se il lato bizzarro della storia è Julie quello romantico e dolce è Terry.

La scrittura della Premoli è semplice, a tratti quasi colloquiale, ha uno stile che fa scivolare via le pagine tra le dita a una velocità disarmante. Non ho tempo per amarti mi ha fatto sorridere, commuovere e innamorare; è un romance che lascia quasi tepore nel petto ed è difficile staccarsi dai suoi personaggi, avrei davvero voluto vedere come sarebbe andata avanti la storia di Julie e Terry dopo l'epilogo.

Lo consiglio? Sì. Se amate i romance, assolutamente sì, è il mix giusto di romanticismo, leggerezza e passione.

TRAMA

Julie Morgan scrive romanzi d’amore ambientati nell’Ottocento. Di quell’epoca ama qualsiasi cosa: i vestiti lunghi, gli uomini eleganti, le storie romantiche che nascono grazie a un gioco di sguardi o al semplice sfiorarsi delle mani… L’unica cosa che salva del mondo di oggi è lo shopping online, che le permette di non mettere il naso fuori dal suo amatissimo e solitamente silenzioso appartamento. Almeno finché – proprio al piano di sopra – non arriva un misterioso inquilino: un ragazzo strano, molto giovane e vestito in un modo che a Julie fa storcere il naso. È davvero un bene che lei sia da sempre alla ricerca di un uomo d’altri tempi, perché il suo vicino, decisamente troppo moderno, potrebbe rivelarsi ben più simpatico di quanto avrebbe mai potuto sospettare…

2 commenti:

  1. Risposte
    1. Ho visto che è stato molto criticato, io non avendo letto altro della PREMOLI mi sono divertita a leggerlo, è volato via e mi "ha lasciato bene" xD

      Elimina

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ