social

http://peccati-di-penna.blogspot.it/      http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html      http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni       http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html     http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour      http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/info.html

Post recenti

EVIDENZA

RECENSIONE - Una ragazza inglese di Beatrice Mariani | Sperling & Kupfer










CONTINUA A LEGGERE...

2 ottobre 2017

Chi Ben Comincia #25 - Eden – The Shadow Gate 1 di David Falchi | Dunwich Edizioni

È una rubrica ideata dal blog Il profumo dei libri. Consiste nel postare l'incipit di un  libro in lettura o di uno qualsiasi che abbia catturato il nostro interesse.
La rubrica Chi ben comincia arriva un po' tardi oggi ma è ancora lunedì, quindi... sono ancora in tempo!
Vi propongo l'incipit del nuovo romanzo di David Falchi, un urban fantasy horror: Eden – The Shadow Gate 1.

TITOLO: Eden – The Shadow Gate 1
AUTORE: David Falchi
EDITORE: Dunwich Edizioni
GENERE: Urban Fantasy/Horror
PREZZO: ebook 3,99 € | cart. 12,90 €
PAGINE: 242
«Ascoltami bene perché non avrai un’altra occasione. Voglio proporti un accordo.»
Il vento e gli ululati intorno a me cessarono all’istante. Le tende, che fino a un attimo prima sembravano sul punto di strapparsi, tornarono immobili. I libri e i fogli sparsi intorno a noi continuarono a frusciare per qualche istante prima di fermarsi a terra. La sedia, che era stata scagliata contro la parete solo qualche minuto prima, scricchiolò, quasi a protestare per quel cambiamento improvviso. L’entità davanti a me smise di contorcersi e di deformarsi, e assunse dei connotati più definiti. A quanto pareva avevo catturato la sua attenzione.
«Un accordo? Che razza di storia è, Kiesel?»
Lerner era stanco quanto me. Ci scontravamo con lo spirito da tre giorni. Aveva fatto di tutto per impedirci di recuperare le ceneri che ancora lo tenevano legato al piano materiale, riuscendo a invocare nel processo altri esseri dormienti. Di rado mi ero trovato a faticare tanto in un caso apparentemente semplice. Ogni volta che avevo la sensazione di aver afferrato il bandolo della matassa mi ritrovavo ad affrontare una nuova minaccia.
«Che succede?» ribatté lo spettro.

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ