social



http://peccati-di-penna.blogspot.it/    http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/info.html

Post recenti

TENTATE LA FORTUNA! Questo Natale potreste avere regali extra! 3 giveaway con cartacei ed ebook!

14 aprile 2017

PAGINA69 #91 - I quattro regni di Pietro Tulipano | Astro Edizioni

 
Secondo Marshall Mc Luhan per decidere se comprare un libro bisogna affidarsi alla pagina 69. Se quella pagina ci catturerà, allora, molto probabilmente ci piacerà il libro.

Pagina 69 da I quattro regni di Pietro Tulipano scrittore esordiente. I quattro regni è il suo primo romanzo.

... avanzò verso di loro, seguito dai suoi amici che sghignazzavano divertiti. «E dov’è quell’idiota del vostro amico? Credevo che ormai voi tre foste sposati», continuò con fare provocatorio. «Non sentirai mica la mia mancanza», disse Aghen alle sue spalle che era rientrato nel frattempo. Il falegname squadrò severo il nuovo arrivato. «T’oh! Un porco con gli stivali», esclamò avanzando verso Taider. «Tu lurido zotico!» gli inveì contro quest’ultimo. «Come osi...» Aghen lo interruppe afferrandolo per il bavero con entrambe le mani e probabilmente gli avrebbe dato una seconda testata se non fosse intervenuto Jones. «Va bene, ora basta ragazzi! Avete dato abbastanza spettacolo! È tardi e sto chiudendo, quindi siete pregati di andarvene», disse, e l’ultima parte della frase la rivolse urlando a tutti i presenti. Taider e gli altri uscirono borbottando insulti, seguiti dagli ultimi clienti. «Voi tre aspettate!» urlò perentorio Jones a Déltan, Wilsen e Aghen. Li guardò a lungo, silenzioso, era paonazzo in volto per la collera. I ragazzi sapevano che presto sarebbe scoppiato nel suo famoso discorso e stavolta aveva più ragione del solito. «Cosa devo fare con voi?!» tuonò. «Dovresti denunciarci ai gendarmi», mugugnò Aghen e Wilsen gli diede una gomitata. «Dovrei denunciarvi ai…», continuò Jones ma si fermò guardando torvo il falegname. «Spiritoso. Eppure dovrei farlo per davvero una volta o l’altra. Altro che proteggervi ogni volta. Ma chi me lo fa fare? Vorrei proprio saperlo! Sempre in giro a combinare guai, eppure non siete dei cattivi ragazzi, perché non vi date una regolata? Se non vi conoscessi mi chiederei cosa vi passa per la testa: fate sorgere il dubbio che l’abbiate vuota!» «Ma, Jones, questa volta sono stati loro che…», tentò di difendersi Wilsen, ma il locandiere si arrabbiò ancora di più.

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ