social



http://peccati-di-penna.blogspot.it/    http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/info.html

Post recenti

TENTATE LA FORTUNA! Questo Natale potreste avere regali extra! 3 giveaway con cartacei ed ebook!

31 marzo 2017

PAGINA69 #89 - Sotto il cielo di Santiago di Rita Massaro | Genesis Publishing

 
Secondo Marshall Mc Luhan per decidere se comprare un libro bisogna affidarsi alla pagina 69. Se quella pagina ci catturerà, allora, molto probabilmente ci piacerà il libro.

Pagina 69 da  Sotto il cielo di Santiago di  Rita Massaro. La storia di un amore così forte che quando si dissolve lascia nell'apatia... e poi del sole caldo, di un isola e di belle persone.

«Le ho viste da lontano, come voi. Ma domani chiederò a Rosa di portarmici dentro. Io sono venuta qui per vedere la vera Cuba, non le quattro cose per turisti che vogliono farmi vedere loro!»
Marianna e Claudia la guardarono perplesse.
«È normale che vogliano farti vedere ciò che hanno di più bello. Ovunque è così. Non è che da noi, a Palermo, portano i turisti a vedere certi quartieri» rispose Marianna.
«Lo so che ovunque è così. Mi chiedo solo se è onesto. Io penso che bisogna avere il coraggio di fare vedere tutto. Il bello e il brutto. Dopo tutto anche questo fa parte del mondo, no?»
«È vero» rispose Marianna, come riflettendo fra sé. «E fa parte anche della vita. Solo che a volte ci vuole molto coraggio per guardarlo perché fa veramente male.»
«Ma di cosa parli?»
«Parlo del brutto che ci portiamo dentro. È quello che dovremmo guardare per primo, ma spesso non lo vogliamo vedere.»
Adele la guardò in modo strano, poi con una voce roca, quasi innaturale, le chiese: «E tu l’hai guardato il tuo, Marianna?»
«Oh, sì. Mi accorgo che negli ultimi anni non ho fatto altro e… Ho quasi rinunciato alla mia vita per guardarlo, ma mi fa ancora molta paura.»
«E allora a che serve? Me lo dici a che serve?»
Marianna rimase in silenzio per un po’ e poi rispose: «A che serve andare a vedere le baracche domani?»
Adele non rispose. Poi fece un sorriso e, cambiando totalmente argomento, le chiese: «E Raúl? Che ci dici di lui? Ti piace oppure no? Ancora non l’ho capito!»
Marianna arrossì. Come faceva a spiegare qualcosa che non capiva nemmeno lei?
«Vi prego. Non è che non voglia parlarne. È che veramente non c’è niente da dire. Ieri sera lui… Be’, insomma, mi ha detto che gli piaccio e io… Ho cercato di spiegargli che a me non interessa e spero che abbia capito.»Adele non sembrava convinta: «Ma veramente non ti interessa, Marianna?»

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ