social



http://peccati-di-penna.blogspot.it/    http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/info.html

Post recenti

https://i.pinimg.com/originals/24/30/32/243032bb044d61a2bd5f0c9614bf779f.jpg

GIVEAWAY 2 ----------------------> GIVEAWAY 3
 https://i.pinimg.com/originals/77/52/e3/7752e3c1d0acacfdf7c542dde216e0b1.jpghttps://i.pinimg.com/originals/ae/64/55/ae64553247c40117076a8a8eb97ea8dd.jpg

30 dicembre 2016

PAGINA69 #79 - Believeland di Noemi Villari | Lettere Animate Editore

 
Secondo Marshall Mc Luhan, per decidere se comprare un libro, bisogna affidarsi alla pagina 69. Se quella pagina ci catturerà, allora, molto probabilmente ci piacerà il libro.

Pagina 69 dal fantasy: Believeland - Le gemelle di Noemi Villari.



Mi sorpresi di me stessa. Un ragazzo mi stava cercando di dire che io ero una qualche creatura fantastica ed io pensavo a deviare il discorso rispondendo alla sua battuta invece. La verità era che non volevo crederci. E come avrei potuto? Era troppo irreale, a confronto sembrava quasi più reale una notte passata nei panni di Ilda!
- Seguimi.-
Provai a reagire in modo freddo, ma il mio corpo lanciava segnali contrastanti. Lo feci accomodare sul divano, dopo qualche tentativo riuscii a stappargli una birra e mi sedetti accanto a lui, come se stessimo per fare una normalissima conversazione.
- Allora? Non hai più domande? Non credevo che sarei mai riuscito a farti stare zitta se non con un bacio.-
Gli diedi uno schiaffo sul braccio, fece più rumore che altro e mi accorsi di quanto fossi sembrata ridicola ai suoi occhi. Lo ero anche ai miei in realtà. Poi non riuscii più a trattenere la più scontata delle domande a quel punto:
- Siamo elfel?-
Bevve un sorso. Lui si che è freddo.
- Te l’ho detto, io sì, tu diciamo per metà… Ma posso farti io una domanda?-
- Dimmi.-
- Come ci sei arrivata? Faccio questo da anni, mai nessuno ci era arrivato.-
Cosa fa da anni?? Si alzò di scatto dal divano, mi trascinò fino a sbattermi contro un muro.
- Non vorrei farti male, non adesso. Rispondi.-
Mi bloccò con le braccia all’altezza delle mie spalle, nei suoi occhi un’orribile luce, la freddezza di chi non ha niente da perdere. Non sapevo a cosa potesse servire la mia risposta, ma la testa mi doleva già abbastanza per sopportare un’altra strattonata. Ed ero terrorizzata. Gli diedi la versione semplificata del motivo.
- M-mio padre, non ricordo nulla di lui… E poi ho sempre avuto una strana capacità: quella di convincere chiunque a fare quello che voglio, o quasi. Beh… Questo prima di conoscere te.-

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ

https://i.pinimg.com/originals/b5/03/36/b503369c35efae10ddc722abfc6b42b5.jpg
Giveaway 1 - pacchetto romance - (1 cartaceo + 4 ebook) QUI
Giveaway 2 - pacchetto Narrativa-Storico-Rosa (1 cartaceo + 2 ebook) QUI