social



http://peccati-di-penna.blogspot.it/    http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/info.html

Post recenti

https://i.pinimg.com/originals/24/30/32/243032bb044d61a2bd5f0c9614bf779f.jpg

GIVEAWAY 2 ----------------------> GIVEAWAY 3
 https://i.pinimg.com/originals/77/52/e3/7752e3c1d0acacfdf7c542dde216e0b1.jpghttps://i.pinimg.com/originals/ae/64/55/ae64553247c40117076a8a8eb97ea8dd.jpg

13 luglio 2016

BLOGTOUR - Ritornare a Sorridere | Tappa n2 Estratti

Benvenuti alla seconda tappa del blog-tour dedicato a Ritornare a Sorridere, per conoscere meglio il romanzo, eccovi un paio di estratti che vi faranno immergere nella storia di Susy Tomasiello.



Estratto 1
«Dopo cena te ne torni di filato nella tua bella camerata e ti sogni il letto di casa mia» decise Keyla.
«Ma stavo scherzando non sei incapace, forse goffa ed io ti ho salvata da una bella caduta. Sono un eroe».
Keyla lo ignorò entrando nel ristorante.
«Prego?» chiese un cameriere.
«Un tavolo per due grazie» - disse Ty - «la mia ragazza è arrabbiata con me, eppure lo sa che scherzo sempre».
 «Sembra pentito» notò il cameriere accompagnandoli a un tavolo.
«Solita solidarietà maschile» - sospirò Keyla - «ci porta il menù per favore?».
«Consiglio il pesce alla grigia, è ottimo anche per riflettere sulle questioni importanti».
«Due abbondanti porzioni» - ordinò Ty - «visto? Anche secondo lui devi perdonarmi»
«Non sa neanche di cosa» - sorrise suo malgrado Keyla - «come fai a coinvolgere sempre tutti?».
«Dono di natura, allora cambiato idea?»
«Te lo dico alla fine della cena» rispose Keyla ma il suo sorriso prepondeva per il sì e Ty sorrise allegro ringraziando il cameriere con il pollice alzato.

Estratto 2
«A me piacciono poco quelle misteriose, perché sei così vago su di te?».
«Non sono vago» negò subito Andrej
«Invece sì, per esempio qual è il tuo cognome?».
«Ha importanza?».
Andrej si era avvicinato. Aveva sistemato la treccia dietro la schiena e si attardò a carezzarle una guancia. Un semplice tocco che le fece provare un tuffo al cuore.
Sforzarsi su una risposta da dargli le fu alquanto difficile.
«Te l'ho detto che relazionarsi è importante, come puoi altrimenti farti piacere una persona».
«Non ho bisogno di pensarci su, già so che mi piaci» le sussurrò Andrej prima di baciarla.
Fu come se avesse aspettato quel momento da quando si erano incontrati. Natasha si abbandonò facilmente tra le sue braccia giudicandolo naturale e giusto.
«Spero che adesso non mi dirai che corro troppo» poggiò la fronte contro la sua Andrej e Natasha si specchiò nel grigio magnetico dei suoi occhi.
«Non ho mai detto che sei l'unico a essere matto tra di noi».
Andrej si perse nel suo abbagliante sorriso. Fiducioso, felice, sereno.
Tornò a baciarla come se non potesse fermarsi ed era proprio così.
Assaggiare la sua purezza, la sua dolcezza fu un toccasana che lo rendeva euforico e spaventato nello stesso tempo.
Quando Natasha gli allacciò le braccia al collo, Andrej la sentì affidarsi a lui senza riserve e dovette usare tutto il suo autocontrollo per scostarsi per primo.
Lesse nei suoi occhi viola luccicanti il suo stesso turbamento, quelle labbra arrossate dai suoi baci e quell'aria sconvolta rendevano il suo viso ancora più bello.
Estratto 3.
«Un tempo credevo di essere innamorato di lei» - aggiunse Queen alimentando la sua angoscia - «poi ho capito che quello non era amore. L'amore è quando sei così a tuo agio con l'altra persona che dimentichi tutto, l'amore è condividere gli stessi affetti, le stesse paure.
L'amore è sentirsi bene e in pace col mondo solo quando l'altra persona è con te. L'amore è sentirsi completo solo quando si è insieme alla persona giusta.
Io provo tutte queste cose quando sono con te Ally, sono stato abbastanza lento da capirlo ma sono innamorato di te».
Il silenzio diventò assordante. Ally riusciva a sentire solo il battito rimbombante del suo cuore.
«Cosa …cosa hai detto?» chiese certa di non aver capito bene.
Perché non poteva, aver capito bene. Lui non poteva aver detto …
«Sono innamorato di te Ally Ward».

 ***



Regole per partecipare al blogtour che parte l'11/07/2016 e termina il 22/07/2016.
Obbligatorio:
1. Diventare lettori fissi dei blogger partecipanti.
2. Mettere Mi piace sulla pagina Facebook Susy T. Autrice
3. Condividere almeno una tappa su un social a scelta e taggare due amici
4. Commentare almeno due tappe del blogtour rilasciando l'indirizzo e mail per essere ricontattati.
Facoltativo:
Mettere Mi piace sulla Pagina Facebook di tutti i blogger partecipanti.

1 commento:

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ