16 maggio 2016

SEGNALAZIONE - Pubblicazioni Dunwich Edizioni di maggio



Le proposte Dunwich per questo mese, disponibili dal 17 maggio.

Disponibile su amazon
TITOLO: Alice Through The Looking Glass
AUTORE
: Alessia Coppola
GENERE: Steampunk/Fantasy
PREZZO: eBook 2,99 €
PAGINE: 240

TRAMA
C’è un mondo alla rovescia oltre lo specchio, un luogo oscuro in cui dimorano le ombre e una regina dal cuore nero: Mechanicland, il Regno di Ferro. Alice è la sola che può sconfiggerlo, la sola a possedere la chiave. In una lotta a cavallo tra le due dimensioni, scoprirà il coraggio e il valore. Ma ci sarà qualcuno ad aiutarla, un principe misterioso e la sua corte di fate. La superficie dello specchio ha iniziato a incrinarsi, preparatevi a valicare il confine. Lucidate le lame, impavidi lettori: la battaglia nel Regno di Ferro ha inizio.

Non fidarti di Black Hat. 
Qualcuno aveva parlato. Puntai i palmi contro il petto di Edmund e lo feci sollevare. 
«Hai sentito anche tu?» chiesi, preoccupata. 
 «Cosa?» Sembrò gli costasse molto distogliere le mani. 
«Qualcuno ha parlato.» 
«Alice, non c’è nessuno in questa stanza, a eccezione di me e te.» Si tuffò di nuovo sul collo, lasciando piccoli baci che mi fecero venire la pelle d’oca. Mi prese la mano e la portò sopra la mia testa, fermandola in una presa salda, ma delicata. 
«Black Hat», mormorai. 
«Cosa?» Si ritrasse di scatto. Gli vidi un lampo negli occhi che mi fece trasalire. 
«Chi è?» domandai, sollevandomi. 
«Come conosci questo nome?» Mi sentii imbarazzata e impaurita. 
«Che ti prende?»

Disponibile su amazon
TITOLO: Brew
AUTORE
:  Bill Braddock
GENERE: Horror
PREZZO: eBook 3,99 €
PAGINE: 290

«Brew è un barile di oscuro divertimento. Richard
Laymon lo avrebbe apprezzato. Per quanto mi riguarda l’ho mandato giù tutto d’un fiato e il giorno dopo non ho avuto postumi da sbornia.»
(Jack Ketchum, autore di The Girl Next Door e The Lost)
TRAMA
Siete mai stati in una cittadina universitaria di sabato sera quando c’è la partita di football? Ubriachi affollano le strade, facendo gli spacconi in gruppi rumorosi e festanti, come marinai in licenza. Quelle notti pulsano di un’energia oscura perché sotto tutti i cori e le risate si cela un sostrato di malizia. Da questo suolo spoglio nasce Brew, una vicenda che si svolge in una sola notte apocalittica in cui gli abitanti di College Heights si trovano a sostituire birra e karaoke con incendi, omicidi e cannibalismo. Un attimo prima, tutti si stanno divertendo, facendo festa come dopo ogni vittoria della squadra di casa, quello successivo, l’intera città sembra una distesa infernale. Un cast di improbabili eroi – tra cui un carismatico spacciatore, un veterano dell’esercito e una ragazza dura come il cuoio – lotta per sopravvivere, mentre Herbert Weston, il brillante sociopatico che ha progettato l’intera catastrofe, si gode il caos, realizzando le sue sadiche fantasie.
Herbert tirò fuori dalla tasca un pezzo di carta pieno di scritte. Le prime trenta voci erano numerate e abbastanza leggibili. Molte erano evidenziate. Alcune, inclusi due nomi evidenziati – Garrett Fiske e Alan Thiesen – erano state cancellate. Dopo quelle prime trenta voci, la lista precipitava nel caos, con scritte che si spandevano in tutte le direzioni. Alcuni erano epiteti che non erano affatto nomi: lo stronzo che mi guarda sempre da Uni-Mart, diceva uno, la faccia da cazzo di Hollywood alla lavanderia, diceva un altro. Per la maggior parte però erano nomi, molti dei quali preceduti dal prefisso Dr. o Professor. «La mia lista dei desideri», spiegò Herbert. «Questi stronzi stanno tutti per ricevere una visita. Pensavano di potermi smerdare ogni volta che volevano senza pagarla mai, ma questa è la notte giusta. C’è magia nell’aria, Joel, vecchio amico, e questi stronzi la pagheranno per aver sottovalutato Herbert Weston.»

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ