26 aprile 2016

CS - BORDERLIFE - SalTo2016

ESCE IN ITALIA BORDERLIFE DI DORIT RABINYAN,
IL ROMANZO OSTACOLATO DAL GOVERNO ISRAELIANO
E CHE HA SPACCATO IN DUE L’OPINIONE PUBBLICA INTERNAZIONALE
 
L’AUTRICE SARÀ OSPITE AL
XXIX SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TORINO
 

Dorit Rabinyan, israeliana, già autrice di Le spose persiane pubblicato nel 1995, sarà una delle protagoniste della XXIX edizione del Salone Internazionale del libro di Torino (12-16 maggio 2016).

Dopo un periodo di ricerca artistica che spazia dal teatro alla televisione, Dorit Rabinyan torna dopo dieci anni alla scrittura con il nuovo romanzo Borderlife che si è aggiudicato il Bernstein Prize, un prestigioso riconoscimento israeliano che premia ogni anno giovani scrittori. Diventato subito un caso editoriale, Borderlife narra l’amore tra una giovane ragazza ebrea e un artista palestinese sullo sfondo della New York post 11 settembre. Il romanzo ha suscitato un grande clamore mediatico internazionale dopo essere stato escluso dai programmi scolastici in Israele poiché considerato inneggiante ai matrimoni misti. Immediate le reazioni indignate di importanti intellettuali di tutto il mondo, come il premio Nobel Svetlana Alexievich e scrittori del calibro di Abraham Yehoshua, Amos Oz e David Grossman che hanno difeso l’opera per il suo grande valore artistico.
In libreria dal 29 aprile
Il 15 maggio, alle ore 17.30, presso l’Arena Bookstock, Dorit Rabinyan, in dialogo con Ferruccio de Bortoli, presenterà il suo libro. Una scrittura forte e commovente come la passione che racconta, un romanzo che ha saputo resistere a divieti e proibizioni, diventando un fenomeno culturale e sociale.

Liat, una quasi trentenne israeliana, fa la traduttrice e si trova a New York per una borsa di studio. Qui conosce Hilmi, palestinese di Ramallah, pittore e di due anni più giovane. La loro appassionata storia d’amore si intreccia con la consapevolezza dell’incompatibilità di una relazione dal destino già segnato. La loro appartenenza a una terra tormentata e divisa, infatti, non può che separarli e porre fine a ciò che è iniziato nel freddo autunno newyorkese. Tutto è filtrato dagli occhi di lei, attraverso lo straniamento che avverte insieme a una fortissima e per lei inedita attrazione fisica.

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ