11 marzo 2016

Pagina69 #45 River

Secondo Marshall Mc Luhan, per decidere se comprare un libro, bisogna affidarsi alla pagina 69.

Se quella pagina ci catturerà, allora, molto probabilmente ci piacerà il libro.

Pagina 69 dal romanzo fantasy di Simona Colombo, “River”, primo di una serie di romanzi.


Disponibile su Amazon.
Intervista all'autrice qui.
Il dottor Peacock abitava da oltre un anno accanto al suo nuovo laboratorio in Bolivia in prossimità di un osservatorio astronomico che la Legione aveva costruito sulle Ande negli anni Sessanta. I ricercatori che lavoravano lassù furono felici di avere dei nuovi vicini di casa dovendo trascorrere mesi in isolamento su quelle vette difficilmente accessibili. L'osservatorio si trovava sulla cima più alta e poteva godere di un'ottima visuale grazie all'aria secca e limpida a quelle altitudini. Più in basso, sotto la vetta, c'era il villaggio dei legionari costituito da quindici caldi cottage disposti in cerchio intorno a un edificio più grande adibito a magazzino per le provviste e sala comune. Poco più a valle era stato costruito il laboratorio per il progetto sui viaggi nel tempo. Per il dottor Peacock fu un notevole cambiamento dall'Africa rovente ai gelidi picchi andini, ma era un uomo curioso che trovava interessante ogni esperienza. Quando River gli fece visita la prima volta, lo trovò nella sala comune a bere tè bollente chiacchierando con i colleghi e fu come rivederlo al chiosco con gli amici del villaggio africano. Capì che si era già ambientato.
Tornato sulla Cometa dell'Atlantico, raccontò a Tim che gli avevano permesso di guardare nel telescopio dell'osservatorio e gli avevano mostrato alcune delle straordinarie bellezze che si trovavano nello spazio profondo.
«Tim, lassù è uno spettacolo» disse ancora eccitato al ricordo «Nebulose dalle forme incredibili, pianeti, esplosioni di stelle, galassie in movimento... Non puoi capire! La prossima volta ti porto con me, devi vederlo!»

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ