22 gennaio 2016

Pagina69 #38 Sei pietre bianche

Secondo Marshall Mc Luhan, per decidere se comprare un libro, bisogna affidarsi alla pagina 69.

Se quella pagina ci catturerà, allora, molto probabilmente ci piacerà il libro.

Oggi abbiamo Sei pietre bianche di Daisy Franchetto, pensato come prosieguo di Dodici Porte, primo romanzo della trilogia che ha come protagonista Lunar. Sei Pietre Bianche può essere letto anche da chi non conosce il primo episodio.


Amos uscì dal Consiglio di angeli con il cuore pesante. Si avviò a passo lento verso il Tempio, aveva bisogno di raccogliere le energie prima di partire.
Il Consiglio lo aveva incaricato di andare a Tukana per incontrare la regina Selena. Non sarebbe stato facile, ma Amos avrebbe tentato di spiegare alla regina che la distruzione di Illaos si sarebbe ritorta anche su Tukana. Nulla sarebbe più stato uguale se la Città degli Angeli, che era una centrale di energia per tutte le Dimensioni, fosse stata logorata dalla melma che ribolliva nelle sue fondamenta.
Il Consiglio aveva recepito quanto riferito da Amos in uno stato di stupore e turbamento, ma nessuno si era lasciato prendere dal panico. Tutti erano preoccupati per Avanos e non volevano lasciarlo solo in un momento così difficile. Aveva bisogno del sostegno di tutti, ma con dolore dovettero votare la sua sospensione della carica di Guida del Consiglio.
Camminando lungo una delle passerelle che attraversavano Illaos, il grande angelo passò vicino alla Torre Prima, e non poté impedirsi di guardare. Alzò lo sguardo verso la cima della Torre e il suo cuore accelerò al pensiero che il sommo Avanos potesse uscire da una delle finestre e affacciarsi al balcone, salutandolo con un cenno della mano, di nuovo sorridente. Era tutto passato. La follia, il dolore, la brama di potere se n’erano andati per sempre. L’Armonia accarezzava di nuovo quel viso amato. Era stato solo un momento di debolezza, ma adesso Avanos era tornato quello di un tempo e avrebbero potuto risolvere insieme quella difficile situazione. Insieme erano più forti, insieme c’era la speranza di riuscire.
Ma nessuno si affacciò al balcone, le finestre erano chiuse.
Amos vide un gruppo di angeli che entravano nella Torre Prima da uno dei varchi laterali. Erano i Consiglieri che si recavano da Avanos per comunicargli la sospensione dall’incarico. Sospirò, ma era sollevato all’idea che in sua assenza qualcuno si sarebbe preso cura di lui.

1 commento:

  1. Non conoscevo questa serie e il fatto che i libri possano essere letti anche uno indipendentemente dall'altro mi piace!

    RispondiElimina

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ