social



http://peccati-di-penna.blogspot.it/    http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/info.html

Post recenti

https://i.pinimg.com/originals/24/30/32/243032bb044d61a2bd5f0c9614bf779f.jpg

GIVEAWAY 2 ----------------------> GIVEAWAY 3
 https://i.pinimg.com/originals/77/52/e3/7752e3c1d0acacfdf7c542dde216e0b1.jpghttps://i.pinimg.com/originals/ae/64/55/ae64553247c40117076a8a8eb97ea8dd.jpg

4 dicembre 2015

Pagina69 #34 Nella fine... Il principio

Secondo Marshall Mc Luhan, per decidere se comprare un libro, bisogna affidarsi alla pagina 69.

Se quella pagina ci catturerà, allora, molto probabilmente ci piacerà il libro.

Questo venerdì ospito la Pagina 69 di Nella fine... Il principio di Paolo Santamaria. Sotto con la lettura.


... reazione mi venne spontanea, non la cercai, ma quando me ne resi conto non la ignorai neanche e dal giorno in cui ci eravamo parlati all’interno della profumeria mi ritrovavo spesso a pensare a lei;non riuscivo a togliermi dalla mente i suoi dolcissimi occhi color nocciola, i lunghi capelli mossi color castano chiaro raccolti in due code che le scendevano morbidi sulle spalle e quelle labbra sensuali che nascondevano un bellissimo sorriso. Nei primi giorni del nuovo anno, approfittando degli ultimi momenti di libertà prima di tornare nuovamente a scuola, io e Hannah ce ne andammo a fare un giro al centro commerciale. Entrammo in tutti i negozi e facemmo anche qualche acquisto e prima di uscire sono voluto entrare in profumeria. Mentre mi aggiravo tra gli scaffali, guardavo i profumi distrattamente e nel frattempo ne approfittavo per far correre lo sguardo intorno a me per vedere se lei c'era. Non la vidi da nessuna parte e dopo un po’ ce ne andammo cercando di non far notare ad Hannah che ero leggermente deluso per non averla vista. La mia amica mi salutò all’uscita del centro commerciale visto che doveva tornare a casa mentre io, non sapendo cosa fare, mi allontanai da quella zona a piedi e feci una passeggiata in compagnia di me stesso. Arrivai senza accorgermene nei pressi di una libreria e considerando che non leggevo un libro da un bel po’ di tempo, decisi di entrare. Avevo quasi dimenticato l’odore che ti accoglie quando entri in stanze in cui ci sono raccolti diversi libri e quel piacevole profumo mi avvolse delicatamente rilassandomi e mettendomi quasi in pace con me stesso. Sarei rimasto lì dentro molto volentieri per diverso tempo visti gli effetti benefici che quel posto aveva su di me ma di lì a poco il negozio avrebbe chiuso e iniziai a dare un’occhiata qua e là leggendo di tanto in tanto qualche trama. Ne lessi diverse ma
Disponibile su amazon.
nessuna mi aveva colpito veramente e arrivai alla conclusione che non avrei fatto alcun acquisto in quel negozio. Mi avvicinai all’uscita continuando a scorrere con lo sguardo i titoli dei volumi che mi capitavano davanti, quando qualcuno mi venne a sbattere contro. O forse ero stato io ad aver sbattuto contro quel qualcuno visto che camminavo senza guardare. Non avrei saputo dirlo con esattezza. Un libro però mi colpì il braccio prima di cadere a terra e quando lo raccolsi per ridarlo a quella persona, vidi con piacere che era la ragazza che lavorava al negozio di profumi.

-Oddio scusami, il libro mi è sfuggito di mano…-

-Ciao. -

-Ciao…oh, meno male che sei tu!Cioè, scusami, non ho niente contro di te però ammetterai anche tu che è una situazione imbarazzante e se fosse...

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ