social



http://peccati-di-penna.blogspot.it/    http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/info.html

Post recenti

TENTATE LA FORTUNA! Questo Natale potreste avere regali extra! 3 giveaway con cartacei ed ebook!

31 luglio 2015

SEGNALAZIONE - Sapore di te di Angela Iezzi

TITOLO: Sapore di te
AUTORE
: Angela Iezzi
EDITORE: Self-Publishing
GENERE: Romance
PREZZO: eBook 3,99 e cartaceo 13 €
PAGINE: 272

TRAMA
Ashley Morgan è una giovane donna, amante dei libri, che ha sacrificato la sua vita per riuscire a conquistare la stima e la fiducia di suo padre. Jamie Standley è un uomo deciso e un pasticcere creativo. Lavora con dedizione ed entusiasmo alla Morgan&Hall, prestigiosa azienda dolciaria del Paese, da diversi anni. C'è una sola persona che hanno in comune: Nathan Morgan ... e il suo testamento.




NOTIZIE SULL'AUTORE

Angela Iezzi: sono nata a Lanciano, una piccola cittadina in provincia di Chieti, in Abruzzo. Dopo la laurea in sociologia, ho conseguito un master in Sviluppo delle Risorse Umane. Vivo vicino al mare e adoro trascorrere il mio tempo libero con un libro in mano, viaggiando attraverso i mondi e in compagnia dei personaggi che lo popolano. Nei miei libri metto molto di me, dalle mie passioni ai miei desideri. Se riuscirò a farvi viaggiare e vivere emozioni con le mie storie, allora mi potrò già dire soddisfatta! La lettura non è solo impegno e formazione, ma anche diletto e intrattenimento. A volte basta un libro per risollevare un morale e far sognare. I libri donano il potere di essere felici!

Pagina Facebook;Twitter @Ko_Angy

2 commenti:

  1. Se devo essere sincera, non ho mai gradito la scelta di alcuni autori italiani che ambientano le storie negli USA. Finora i romanzi che adottano questo stratagemma mi hanno deluso: la location sembra posticcia, scelta solo per vanteria. Ovviamente non mi riferisco al romanzo da te segnalato, che non ho letto. La mia opinione è legata solo alle mie precedenti esperienze di lettura. Abbiamo una specificità culturale: perché dobbiamo sminuirla in questo modo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, talvolta il contesto italiano non si addice alle trame o semplicemente non ci piace perché troppo vicino al reale e poco al sogno. La fantasia a volte porta lontano, certo bisogna realizzare un contesto plausibile non cadendo in errori stupidi, poi sono sicuramente gusti. Se non mi piacciono certi luoghi e certe culture, non leggerò nè scriverò nulla su essi...

      Elimina

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ