12 giugno 2015

Pagina 69 #14 Africa

Secondo Marshall Mc Luhan, per decidere se comprare un libro, bisogna affidarsi alla pagina 69. 
Se quella pagina ci catturerà, allora, molto probabilmente piacerà anche tutto il libro.
Con questa rubrica, Pagina 69, darò spazio alla pagina 69 degli autori che si proporranno.
 


Ed eccovi la pagina 69 di un saggio molto interessante: Africa di Lory Cocconcelli. 

Disponibile su amazon.
Gli stregoni uomini, che sembrano essere più potenti, possono impossessarsi di un’anima anche senza trasformarsi e senza attendere il calar della notte. Per gli animisti, questo trova spiegazione nel fatto che il cuore di un uomo è più duro rispetto a quello di una donna (gli uomini sono seguiti da djinns distruttori e non conservatori) e, applicando questo principio alla pratica stregonica, più lo stregone commette atti spietati tanto più acquisisce potenza.
I casi in cui una strega non ha la necessità di mutare di condizione, riguardano quelli in cui le vittime designate sono soggetti inermi, come i neonati, ad esempio, la cui anima si prende semplicemente toccandoli o, in talune circostanze, anche senza contatto fisico.
Il mancato ottenimento del risultato di un lavoro mistico imbastito da una mangeuse d’almes si verifica quando l’uomo contro il quale essa lancia il maleficio o al quale tenta di nuocere è protetto naturalmente da un’energia potente oppure quando è misticamente inattaccabile grazie al talismano che indossa o ai lavaggi ai quali si è sottoposto.
Nonostante i poteri di cui è dotata, la sorcière, non è una creatura immortale né tanto meno invincibile. Può essere neutralizzata, uccisa e, come per ogni essere vivente, la sua vita biologica giunge a un termine.
Può anche morire stupidamente, quando in veste di donna normale compie banali azioni quotidiane. Ad esempio scivolando in un fiume, battendo la testa o prendendo fuoco mentre brucia la legna nellabrousse (in questo caso gli animisti dicono che gli antenati l’hanno punita per le sue malefatte).
Ci sono vari modi per rendere vano il suo potere. Le figure che possono operare in tal senso sono il féticheur, il marabout (nel Corano ci sono versetti specifici per combattere la stregoneria) e più raramente il tradipraticien. Il chiaroveggente non ha strumenti, può soltanto individuare la sua natura. Per poterla catturare, ogni attore mistico utilizza il suo metodo d’elezione che può consistere nell’impiego di incensi specifici (ai quali l’anima di questa creatura è avversa e con i quali vengono anche curati i bambini “presi” dalle mangiatrici d’anime), acqua lavorata (misticamente parlando), suoni ritmati o un qualsiasi oggetto servito in precedenza per una pratica mistica, che si sia dunque caricato di “potere”.

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ