social



http://peccati-di-penna.blogspot.it/    http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/info.html

Post recenti

https://i.pinimg.com/originals/24/30/32/243032bb044d61a2bd5f0c9614bf779f.jpg

GIVEAWAY 2 ----------------------> GIVEAWAY 3
 https://i.pinimg.com/originals/77/52/e3/7752e3c1d0acacfdf7c542dde216e0b1.jpghttps://i.pinimg.com/originals/ae/64/55/ae64553247c40117076a8a8eb97ea8dd.jpg

19 maggio 2015

Teaser Tuesday #11

 Regole del Teaser Tuesday:
  • Prendi il libro che stai leggendo in una pagina a caso
  • Condividi un breve spezzone di quella pagina (Teaser)
  • Attento a non fare spoiler
  • Riporta anche il titolo e l'autore così che i tuoi lettori possano aggiungere il libro alla loro wishlist se sono rimasti colpiti dall'estratto.
  • Ovviamente si posta il martedì (Tuesday) 
  •  
Rubrica, ideata dal blog Should Be Reading

L'estratto di oggi...
Bussai alla sua porta e mi accolse solo la sua voce. «Avanti baby!». Sbuffai prima di aprire. E se fosse stata Lacey? O Colin? No, Colin non avrebbe bussato. E se era andato a colpo sicuro su chi fossi, voleva dire che eravamo ancora soli. Un senso di aspettativa mi nacque nel petto perché dopo tanto pensare ‒ soprattutto in redazione ‒ speravo che quella volta la mia mente fosse finalmente sintonizzata sulle frequenze adatte. Se non riuscivo ad avere un coinvolgimento mentale con Jake, potevo per lo meno fingere di averlo con qualcun altro, no? Esistono molte donne che mentre lo fanno con i loro mariti, pensano invece al fornaio o addirittura a qualche personaggio famoso come Brad Pitt o Vince Vaughn. Ecco, mi sarei concentrata su qualcuno di loro e avrei pregato perché il ritmo altalenante di Jake facesse il resto. Quando entrai nella sua stanza, però, non potei fare a meno di scoppiare a ridere. Era legato per i polsi alla testiera del letto con la cintura dell’accappatoio e in bocca teneva una rosa. Per il resto era ovviamente nudo. «Che caspita stai combinando?», gli domandai, togliendomi il cappotto e appoggiando la borsa sulla sedia della sua scrivania di ciliegio. Sputò la rosa con un gridolino di dolore, visto che una piccola spina, rimasta attaccata al fondo del bocciolo, l’aveva punto. «Ahi! Merda! Pensavo di farlo strano questa volta. Dopotutto la moda di adesso è provare il sado e il fetish», disse e a me prese un colpo. Avrei dovuto frustarlo? Nemmeno per tutto l’oro del mondo mi avrebbe convinta a farlo. E di certo non gli avrei leccato i piedi o peggio. Altro che orgasmo, quel giorno sarei dovuta ripartire dalle basi. «Ho ideato una nostra versione. Io resto legato e rimango totalmente alla tua mercé. Puoi farmi tutto ciò che vuoi, non ti fermerò». Tirai un sospiro di sollievo e valutai la proposta. Non sarebbe stato male, anzi, l’eccitazione iniziava a prendere piede e a farmi svestire, improvvisando uno spogliarello con tanto di musica canticchiata da lui.
da... 
Disponibile su amazon.
TITOLO: So cosa ti piace
AUTORE
: Susanna Scandella
EDITORE: Self-Publishing
GENERE: Romance
PREZZO: eBook 0,99 €
PAGINE: 215







Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ