3 aprile 2015

Pagina 69 #4 Calista Battaglia... tutta colpa del rock.

Secondo Marshall Mc Luhan, per decidere se comprare un libro, bisogna affidarsi alla pagina 69. 
Se quella pagina ci catturerà, allora, molto probabilmente piacerà anche tutto il libro.
Con questa rubrica, Pagina 69, darò spazio alla pagina 69 degli autori che si proporranno.
 


Anche Lucia ci regala la pagina 69 del suo romance Calista Battaglia... tutta colpa del rock.



Disponibile su amazon.
Resto immobile come poco prima in strada, e stavolta non riesco proprio a muovermi. Non mi sento in un territorio sicuro. Lui si gira, e prima che possa dire qualcosa inizio io. 
 «E va bene Robert, vuoi sapere qualcosa su di me? Io non mi avvicino nemmeno lontanamente all'idea che ti sei fatto di me. Io sono SCAPPATA dall'Italia due anni fa perché la mia non era più vita. Ho avuto un tracollo psicologico in seguito ad un trauma tremendo ed ancora oggi non riesco a relazionarmi con le persone in modo naturale. Adesso per favore prendi da bere e scendiamo in strada. Ho fatto un grande sforzo a salire in moto con te prima e poi a salire quassù, ma adesso mi manca l'aria» Ecco, ho perso il controllo. Spero solo di non aver urlato. Non so cosa aveva in programma, ma di sicuro questa mia ammissione lo lascia attonito per qualche secondo. Poi si riprende, sparisce in cucina ed esce con due birre ghiacciate. Non lascia trasparire nessuna emozione ma io già mi odio per questa sfuriata, e di sicuro anche lui. Si avvicina e penso che voglia cacciarmi di casa, invece mi prende la mano e mi tira dolcemente verso l'uscita sussurrandomi un semplice «Vieni, usciamo» La sua mano è calda e forte, e stranamente mi tranquillizza. Solo che il pensiero che ancora non lasci la mia mi imbarazza non poco. Scendiamo in silenzio, senza guardarci, ma non mi molla fino a quando non siamo arrivati al parco. Ci sediamo su delle panche con il tavolo in mezzo. Siamo uno di fronte all'altro. Vorrei scusarmi con lui ma mi vergogno e non riesco a parlare. Prende lui la parola. 
«Calista vorrei chiarire una cosa. Io non sto facendo il cascamorto con te. Voglio semplicemente conoscerti. Mi incuriosisci perché non sei come la maggior parte della gente che vive in questi posti. E quello che mi hai detto poco fa non mi spaventa affatto, anzi mi rende ancora più interessato a sapere la tua storia. Scusa se ti ho messo in difficoltà, non era nelle mie intenzioni. Posso assicurarti che nemmeno io ho un passato facile e la dimostrazione l'hai avuta da come mi sono arrabbiato prima con Jay. Sono voluto andare via perché parlare con te è rilassante e piacevole. Tutto qui»

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ