social



http://peccati-di-penna.blogspot.it/    http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/info.html

Post recenti

TENTATE LA FORTUNA! Questo Natale potreste avere regali extra! 3 giveaway con cartacei ed ebook!

10 marzo 2015

Teaser Tuesday #3

Una pagina a casa dell'eBook che ho in lettura...

Regole del Teaser Tuesday:
  • Prendi il libro che stai leggendo in una pagina a caso
  • Condividi un breve spezzone di quella pagina (Teaser)
  • Attento a non fare spoiler
  • Riporta anche il titolo e l'autore così che i tuoi lettori possano aggiungere il libro alla loro wishlist se sono rimasti colpiti dall'estratto.
  • Ovviamente si posta il martedì (Tuesday) 
  •  
Rubrica, ideata dal blog Should Be Reading

L'estratto di oggi...

In uno scatto la presi, la arrotolai attorno all’apertura destinata al braccio sinistro e, quanto più leggiadramente possibile, la feci scorrere lungo il gesso.
“Inclina la testa, per favore.” Gli chiesi, così da farla passare attraverso l’apertura più grande.
Una volta passato anche l’altro braccio, srotolai la canottiera facendola scivolare lungo gli addominali, non esageratamente sviluppati. Strisciai i polpastrelli lungo la linea del torace: la vista non sarebbe mai stata in grado di percepire la bellezza di una pelle così soffice e vellutata. Ringrazio tutt’ora il Cielo per averci donato cinque, meravigliosi, utili sensi.
Scossi la camicia, così da farle prendere aria e stiracchiarla quanto bastava. Consigliai a Robert di infilare solamente il braccio destro. Poggiai l’altro lato della camicia sulla spalla sinistra.
“Non era necessario che la abbottonassi, visto? Fuori è abbastanza caldo da poter girare così. Porterò io la tua giacca.” Non gli diedi il tempo di replicare, ma afferrai la giacca e la misi sotto braccio.
Prima di lasciare l’ospedale, raggiungemmo un’ultima volta il dottor Henry, che ci consegnò la lista dei medicinali che Robert avrebbe dovuto prendere. Raccomandò ad entrambi di riposarci quanto più possibile e non fare sforzi.
Una volta arrivati all’uscita mi fermai, impalata davanti alle porte scorrevoli che, data la mia presenza, restarono aperte. Iniziai a guardarmi attorno, alzandomi sulle punte dei piedi, dando uno sguardo fra le macchine, così da riconoscere la mia.
“Potresti almeno..” Parker mi scansò dall’ingresso e le porte ripresero a funzionare normalmente. “Non riesci a trovare la macchina?” chiese, facendosi scivolare una mano sul viso. “Sei un disastro. Da’ a me.” Mi strappò le chiavi dalle mani, le sollevò col braccio destro e spinse sul telecomandino.
“Oh, eccola!” urlai entusiasta alla vista di due luci che lampeggiavano.
“Ma…che razza di macchina è?” commentò lui, dubbioso.
“Questa meraviglia è una macchina italiana.” La indicai più volte.
“Mah, sarà..” Cedette.
Feci manovra meglio delle altre volte, così da evitare che Robert mi canzonasse. Non mi sentivo
da... 
Disponibile su amazon.
TITOLO: Le leggi del nostro amore
AUTORE: Valentina Canale Parola
EDITORE: Lettere Animate
GENERE: Romance
PREZZO: eBook 2,99 €
PAGINE: 274







Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ