10 marzo 2015

SEGNALAZIONE - Vincolo di sangue di Francesca Pace

Siamo giunti al terzo romanzo della saga di Francesca Pace, autrice self molto determinata!
Qui trovate i primi due titoli: Emma e Gabriel.

Disponibile su amazon.
TITOLO: Vincolo di sangue
AUTORE
: Francesca Pace
EDITORE: Self-Publishing
GENERE: Paranormal Romance
PREZZO: eBook 0,99 € cartaceo 14,90 €
PAGINE: 430 (313 amazon)

TRAMA
Nulla è come sembra. Il dolore, la morte, la magia...ogni cosa che ruota intorno alla vita di Emma e dei suoi compagni sta per essere sovvertita da un potere arcano e misterioso che entrerà nelle loro vite in modo violento.
Le alleanze cambieranno e la schiera di Danielle si arricchirà di uno spietato e quanto mai inaspettato alleato pronto a tutto per prendere la vita di Emma...
Anche quando il cuore di Emma vacillerà, incapace di sopportare questa nuova, dolorosa ed impensabile verità, lei dovrà trovare la forza di compiere il proprio destino...dovrà mettere a tacere il suo cuore fin troppo umano e le proprie emozioni...dovrà confrontarsi con la parte peggiore di sé per cercare di salvare il suo mondo.
Che ruolo avrà la Congrega dei Guardiani in questa nuova battaglia?

L'intimo sentimento che lega i due immortali saprà salvarli? Potrà l'amore assoluto che Emma prova per Gabriel rendergli salva la vita...ancora una volta?
Amore, tormento, paura...questi i sentimenti che accompagnano le giornate della bella ibrida che porterà a compimento il suo cambiamento, divenendo una donna forte e coraggiosa in grado di ripristinare gli equilibri del proprio mondo.
Che ruolo avrà la Congrega dei Guardiani in questa nuova battaglia?
L'intimo sentimento che lega i due immortali saprà salvarli? Potrà l'amore assoluto che Emma prova per Gabriel rendergli salva la vita...ancora una volta?
Amore, tormento, paura...questi i sentimenti che accompagnano le giornate della bella ibrida che porterà a compimento il suo cambiamento, divenendo una donna forte e coraggiosa in grado di ripristinare gli equilibri del proprio mondo anche a dispetto di un potere maledetto che tenterà di condurla attraverso le tenebre fino al luogo suo piú oscuro.

CITAZIONE

-Emma aveva una mano in bocca e ne sondava l'interno.
«Guarda...».
Disse con la voce arrochita dalla frustrazione.
«Non controllo neanche questi!».
I denti lunghi e letali facevano capolino dalla bocca della ragazza semiaperta in una smorfia deforme ed inquieta.
Gabriel sorrise di rimando intenerito nel vederla come in realtà era, non l'ibrido o il potente immortale, solo Emma attorcigliata in quel grande letto, insicura e persa in un mondo che ancora non le apparteneva e che lui, dopo cinquecento anni, ancora faticava a comprendere.
«Vieni qui».
Le disse con una tenerezza ed una dedizione assolute e totalitarie.
Emma non oppose nessuna resistenza ai taciti comandi che le mani di lui le stavano dando.
L'affascinante immortale le poggiò dolcemente le mani sulla vita e l'avvicinò a sé mentre lei si scioglieva da quel nodo e appoggiava i piedi a terra sfiorando i fianchi di Gabriel che ebbe un brivido a quel contatto.
Mai nella sua vita immortale, lui aveva provato simili sensazioni. A dire il vero non ne aveva avuto accenno alcuno neanche nella sua vita umana. Con lei tutto era differente… più vivido, maggiormente autentico. Ogni contatto di pelle, se anche misero, lo scuoteva nel profondo, permettendo a brividi di folle piacere di arrampicarglisi sulla schiena fino a esplodere nel cuore in un’infinità di battiti impazziti.
Gabriel era divenuto schiavo di quella giovane donna sin dal primo istante in cui ne aveva incontrato le attenzioni.
Avrebbe fatto qualunque cosa per lei. Non c'era al mondo nemico che non avrebbe affrontato e passione domato... per lei.
Ed allora, schiavo proprio di quella passione che lo divorava, le appoggiò le mani sulla schiena, nel punto in cui curva per armonizzare i fianchi, e la fece scivolare sulle lenzuola finché i loro corpi non furono a contatto.-




BOOKTRAILER



NOTIZIE SULL'AUTORE

Mi chiamo Francesca Pace e sono nata a Roma 35 anni fa.
Da sempre appassionata di scrittura e lettura, ho scritto racconti e poesie che ho tenuto chiuse in un angolino fino a quando mi sono fatta coraggio e ho deciso di tentare, con questo romanzo, la via della pubblicazione.
Abbandonate le fantasie e i desideri di diventare scrittrice subito dopo l'adolescenza, anche e soprattutto a causa delle necessità che mi sono trovata a fronteggiare, mi sono dedicata ad altri studi universitari laureandomi in fisioterapia.
Sono mamma di due splendidi bimbi ancora piccini e solo ora, una volta abbandonatala la carriera in Italia, e dopo essermi trasferita a Zurigo per seguire il mio cuore, ho rimesso mano alla penna.
Il primo capitolo della saga, "Emma", è nato dal desiderio e dalla voglia di raccontare una bella storia, avventurosa e appassionata, alla mia bambina, Emma.
Quando ho iniziato a scriverlo lei aveva solo due anni, ora ne ha quattro. Mi piaceva l'idea di lasciarle un bel libro da leggere, uno di quei libri in cui la principessa è una guerriera coraggiosa e determinata, proprio come spero sarà lei da adulta. La passione per la magia Wicca e per l'immortalità hanno, poi, fatto il resto.
La mia passione per la scrittura è nata in modo semplice e puramente casuale. Quando avevo undici anni mia madre mi ha regalato un'agenda, un diario. Ero una ragazzina particolarmente introversa e decisamente poco incline alla comunicazione e al dialogo.
Mia madre sperava, ed aveva ragione, che attraverso la scrittura sarei riuscita ad esprimere quanto non ero in grado con le parole. Certo non immaginava che scrivere sarebbe diventato il mio rifugio incantato e sicuro. Attraverso le parole mi liberavo delle negatività e dei pensieri pesanti e le utilizzavo, anche e soprattutto, per esternare i sentimenti e gli affetti. Presto sono passata dal raccontare alle pagine del mio diario quanto mi accadeva a raccontare, semplicemente, storie, fantasie, che piano piano sono diventati racconti.
Li conservo ancora tutti quei diari. Un giorno credo proprio che li andrò a rileggere.

1 commento:

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ