10 novembre 2014

RECENSIONI - Il Killer di Ikea 1&2 di Renato Esposito

Titolo:  Il Killer di Ikea
Autore: Renato Esposito
Editore: Self-Publishing 




Il primo episodio ci introduce nelle vite dei personaggi, un capitolo tra le quattro mura di casa e dei tormenti interiori. Il testo è molto diretto e conciso, ricorda un po’ una sceneggiatura, la storia arriva velocemente, le scene si stampano in testa in un batter d’occhi e il linguaggio è molto reale e senza peli sulla lingua. Nelle ultime pagine conosciamo il killer di ikea: la sua prima comparsa e uccisione, durante la quale mostra indecisione, avrà un cuore sotto la tuta nera e il fare da ninja? Un thriller, trattato quasi con leggerezza e con sfumature splatter, che si legge bene e speditamente, una piacevole compagnia.

Nel secondo iniziamo a intrufolarci tra i dipendenti ikea, simpatie, antipatie, dinamiche e distrazioni. Qui c’è una scena spinta, il linguaggio diretto anche qui non si smentisce, il thriller si unisce a una drammatica ironia sul finale e il killer sembra quasi pentirsi… quasi. Ogni capitolo scorre veloce e limpido, il testo si finisce in breve, questa saga in pillole ha un potenziale, è qualcosa di nuovo, tra l’immediatezza di un fumetto e la stesura romanzata. Chi sarà la prossima vittima del killer e come la ucciderà? L’assassino non manca di originalità.

❤❤❤❤

TRAMA
Un killer, vestito come un moderno ninja, sta assassinando i capi reparto del centro commerciale Ikea di recente apertura in Parco dei Medici a Roma. In apparenza l'unica spiegazione agli efferati delitti è la follia del misterioso killer, finché non inizia a profilarsi il disegno di un piano sconvolgente...

 photo signature_1_zpsb460c04b.gif

1 commento:

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ