29 ottobre 2014

SEGNALAZIONE - Rivoglio la mia costola di Marmunno

Titolo: Rivoglio la mia costola
Autore: Marmunno
Editore: Self-Publishing
Genere: Narrativa  Pagine: 122
Pubblicazione: 2014

TRAMA
Forse la Bibbia vi è sembrata un po’ conformista, statica, non al passo con i tempi e allora non vi rimane che sfogliare “Rivoglio la mia costola”.

Un testo-parodia quasi sacro che contiene una strana proposta fatta direttamente a Dio da Adamo e trascritta da Marmunno. Si scopriranno scenari biblici esilaranti quanto divertenti, ma non per questo meno credibili.

“ Rivoglio la mia costola”, a firma di Adamo, in pubblicazione in questi giorni anche nella versione cartacea, è la parodia divertente della Bibbia dell’autore Marmunno, che non firma con il proprio nome e cognome perché teme forse di essere raggiunto dall’ira di Dio. L’opera inizia con l'episodio inedito del lamento di Adamo per la costola sottratta e soprattutto per le conseguenze imprevedibili che ne sono derivate. Un Adamo ingenuo, a tratti libidinoso ma senza malizia alcuna, cerca senza saperlo una femmina di uomo e Dio, attento anche più del dovuto a tale esigenza, lo accontenta, sconvolgendo la sua vita. E forse anche la nostra! La sua sessualità, fino ad allora praticamente assente, viene a contatto con quella prorompente di Eva, mettendo in luce e in ombra problematiche comuni ad ogni epoca. Ne deriva un delizioso quadretto familiare in cui qualcuno, più di qualcuno temo, si potrebbe facilmente riconoscere. Segue la replica piccata e piccante di Eva che reduce da esperienze extraplanetarie rivuole la sua libertà e indipendenza carpita fraudolentemente con l’ausilio di un biondissimo e palestratissimo angelo, mai dimenticato. La pazienza del Padreterno sarà messa a dura prova. Non ci saranno esclusioni di colpi o false riverenze di circostanza.

Divertiranno per la loro umanità i ritratti inediti e paradossali degli altri protagonisti della Bibbia, in particolare quelli dei Patriarchi, ed ogni riferimento a persone notissime è solo frutto di un caso maldestro. Un ruolo predominate viene affidato a Abramo, l’unico che non ha alcun collegamento con il testo tradizionale. Origine cubana, accento romano di borgata, assomiglianza impressionante al Che ma anche al Monnezza dei film di Thomas Milian. Con lui Dio sarà un vero padre in carne e ossa e passerà i suoi momenti migliori tra calici di buon rum e sigari cubani intonando le canzoni celebri dei nostri amati cantautori. Ci sarà da commuoversi! Parallelamente queste storie bibliche “rifatte” e ”malfatte" troveranno corrispondenza nella società attuale, sia dal punto vista politico che sociale. Una bibbia umana, anche se scritta con il ricorso all’ironia ed al paradosso, ma forse più digeribile di quella millenaria che creava un solco profondo tra Dio e le sue creature preferite, o almeno quelle a lui più simili. Si prevede una sofferenza universale.

Intanto la richiesta di restituzione della costola invocata da Adamo da millenni aspetta!

 
Autore
L’autore ha diversi sogni nel cassetto, legge libri di ogni genere ed ha scoperto da poco una passione nuova e inaspettata per la scrittura. Scrive per emozionarsi, sperando di emozionare. Oltre alla parodia sulla Bibbia intitolata " Rivoglio la mia costola ", pubblicata recentemente, è in contatto con alcuni editori per la pubblicazione di un romanzo-saggio sulla Tabula Rasa intitolato “ All' ombra di dio ", e per una raccolta di poesie "Petali in Libertà".

Pubblica inoltre racconti brevi di ogni genere contenuti in antologie. Sta completando un libro di aforismi e freddure ed un copione teatrale sulla condizione dei cittadini extracomunitari che debutterà prossimamente in uno spettacolo di beneficenza.

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ